Fiumicino rugby: tre allenatori a processo per violenze

I fatti si riferiscono al maggio 2015 e il 20 giugno il giudice di Pace dovrebbe decidere.

Una brutta pagina che con lo sport ha poco a che vedere. Lo scorso maggio, durante una trasferta a Jesolo, alcuni giocatori Under 14 del Fiumicino rugby avrebbero subito lesioni, percosse e minacce da parte di tre allenatori della loro squadra. Secondo la denuncia dei genitori, infatti, gli allenatori sarebbero entrati nella camera d’albergo di alcuni giocatori e li avrebbero presi a calci e sberle, mentre una donna filmava tutto con il telefonino.

A oltre un anno di distanza il fatto finirà davanti a un giudice di Pace. Come scrive il Corriere, infatti, “testimonianze, foto e certificati medici saranno al vaglio del Giudice di Pace di San Donà di Piave il prossimo 20 giugno”. Sotto processo i tre tecnici, Roberto Bennardello Daniele Postiglione e Stefano Pontillo, insieme alla fidanzata di uno di loro, Giulia Morra, che avrebbe filmato tutto col suo cellulare.

Uno dei ragazzini, all’epoca dei fatti tredicenne, sarebbe stato colpito “con schiaffi e pugni su tutto il corpo e cioè sulle gambe, addome, braccia e glutei”, che avrebbero portato a una prognosi di cinque giorni. Ad aggravare una situazione già gravissima, la scelta della donna di postare le foto della “spedizione punitiva” sulla pagina Facebook della squadra, nella peggiore delle tradizioni del bullismo di questi ultimi anni. Ora la parola passa al giudice.

I Video di Blogo