All Blacks: Joe Schmidt e gli altri… verso il Super Rugby?

I Mondiali 2019 dovrebbero segnare l’addio di Steve Hansen alla panchina neozelandese. Ma i candidati si muoveranno prima.

Non lo ha ancora confermato ufficialmente, ma Steve Hansen al 90% guiderà gli All Blacks fino alla Rugby World Cup 2019, suo ultimo atto sulla panchina della Nuova Zelanda. E se mancano ancora tre anni la corsa alla successione dovrà giocoforza iniziare prima. Con un effetto domino che coinvolgerà l’Europa.

Le regole della NZRU, infatti, pretendono che il ct della nazionale arrivi dal Super Rugby e chi vorrà sostituire Steve Hansen dovrà, dunque, sedere su una delle franchigie neozelandesi almeno dal 2018. E, così, ecco che allenatori come Joe Schmidt o Warren Gatland dovrebbero abbandonare Irlanda e Galles prima dei Mondiali se vorranno allenare gli All Blacks dal 2020.

E, così, il Ceo degli Highlanders si è già messo in moto e ha contattato diversi tecnici neozelandesi che lavorano in Europa, proponendo loro la panchina della franchigia di Dunedin in ottica 2019. “Ho contattato allenatori come Schmidt e parlato con tutti loro per capire se pensavano di tornare in Nuova Zelanda e se volevano allenare gli Highlanders – ha detto Roger Clark –. Loro guardano a opportunità guardando al 2019 e sanno che dovranno allenare nel Super Rugby (per candidarsi alla panchina degli All Blacks, ndr.) e sanno che non ci sono molte panchine libere da qui al 2019″.