Basket Serie A pagelle: promossi e bocciati del girone d’andata

Varese e Sassari sono le squadre migliori di questa prima fase, molto bene anche le neopromosse Reggio Emilia e Brindisi, mentre le delusioni sono Milano, Avellino e Biella.

Con il netto successo di ieri sera di Sassari su Siena, si è chiuso il girone d’andata del campionato di Serie A di basket. Una prima parte di stagione piena di sorprese, tra novità e delusioni, ora si entra nella fase decisiva, dove ogni errore rischia veramente caro. Ecco le valutazioni, squadra per squadra, dell’andata:

VARESE 9 – Chi si aspettava una Cimberio solitaria in vetta? Nessuno, anche se le prove del precampionato avevano già fatto pensare ad una bella stagione. Solo due sconfitte, di cui una con una squadra rimaneggiata e con la certezza del primo posto.

SASSARI 8.5 – Mezzo punto in meno solo per lo scontro diretto perso, ma la Dinamo si conferma una delle più belle realtà del nostro basket. Gioco veloce e spumeggiante, risultati super, con la ciliegina del +30 su Siena.

SIENA 7.5 – Ha cambiato tutto, ma è sempre lì. In tanti si aspettavano un crollo, dopo le rivoluzioni estive: dopo un inizio complicato, la squadra di Banchi è cresciuta con costanza, tornando nelle zone alte della classifica.

CANTU’ 6.5 – Qualche problema fisico di troppo, ma ha iniziato a volare, quando non ha più avuto l’impegno europeo ed il roster è diventato stabile. Resta una delle grandi favorite per la conquista del titolo.

ROMA 7.5 – Una grande sorpresa. Dal rischio scomparsa, al ritorno alle Final Eight. La prima a battere Varese, gioca un bel basket e sta riportando un po’ di gente al palazzo. E non è certo un risultato da poco.

REGGIO EMILIA 7.5 – Un inizio difficile, poi è emerso il buon talento di una squadra con mezzi interessanti e destinata a lottare per entrare nei playoff, fino al termine della stagione. Vincendo nettamente con Caserta, ha mostrato anche di avere carattere nei momenti decisivi.

BRINDISI 7.5 – Stesso discorso fatto per le due che la precedono in classifica. E’ una sorpresa, ma fino ad un certo punto. E’ buono il talento generale, anche se potrebbe pagare alla lunga una panchina non molto produttiva.

MILANO 4.5 – Ha salvato la qualificazione alle Final Eight all’ultima giornata, mostrando qualche segnale incoraggiante, con l’arrivo di Green. Tuttavia, doveva essere la squadra dominante, invece ha fatto una collezione di delusioni. E ora il calendario non aiuterà.

VENEZIA 5 – In crescita, ma il talento è quanto meno alla pari con le squadre che la precedono (Milano esclusa) e quindi l’andata non è stata sufficiente. Ha mancato le Final Eight per un inizio di stagione davvero difficile, potrà dare fastidio a tutte.

CASERTA 7.5 – Sacripanti ha fatto un vero e proprio miracolo, andando anche ad un passo dalle Final Eight. Senza americani e con un gruppo ridotto all’osso, ha otto punti di vantaggio sulla zona calda ed ora potrà giocare con relativa tranquillità.

BOLOGNA 5.5 – Poteva fare di più, ma è stata davvero falcidiata dagli infortuni. Con la squadra al completo, era in buona posizione, poi è precipitata. Servirebbe qualche rinforzo, ma non pare questa l’intenzione della società.

CREMONA 6.5 – Ha vinto tre dei quattro scontri diretti in chiave salvezza. Un risultato importantissimo, per poter gestire al meglio il girone di ritorno. L’addio di Caja è stato uno shock, alla luce dei risultati successivi ha avuto ragione la società.

MONTEGRANARO 6 – Bilancio non esaltante, ma in linea con le aspettative della vigilia. Doveva lottare per la salvezza e lo sta facendo. I successi con Avellino, Biella e Pesaro la mettono in condizione di vantaggio negli scontri diretti.

AVELLINO 4 – La delusione più grande. Escluso il match con Milano, una squadra con talento da playoff, sta faticando tantissimo a riuscire ad uscire dalla zona salvezza. E’ la peggiore difesa dell’intero campionato.

PESARO 4.5 – Non appariva una squadra molto competitiva ad inizio stagione e così è stato. Ora l’arrivo di Stipcevic pare aver dato quel qualcosa in più, per riuscire a fare i punti necessari per trovare una difficile salvezza.

BIELLA 4 – Male, molto male. Ha vinto con Pesaro e Avellino, ma appare la squadra più in difficoltà, con sei sconfitte in fila, di cui l’ultima tremenda con Cremona in casa. E’ arrivato Rochestie, basterà per risollevarsi?

Foto sito Varese