Venezia: collaboratore scolastico accusato di molestie sessuali ai danni di due studentesse 14enni

Guai in vista per un ex collaboratore scolastico di Portogruaro, in provincia di Venezia, che sarà presto processato con l’accusa di aver commesso atti a sfondo sessuale ai danni di due studentesse 14enni.L’episodio di cui è accusato il 60enne risale allo scorso anno: i genitori di una delle ragazzine sequestrarono il telefono cellulare della giovane


Guai in vista per un ex collaboratore scolastico di Portogruaro, in provincia di Venezia, che sarà presto processato con l’accusa di aver commesso atti a sfondo sessuale ai danni di due studentesse 14enni.

L’episodio di cui è accusato il 60enne risale allo scorso anno: i genitori di una delle ragazzine sequestrarono il telefono cellulare della giovane e, al suo interno, trovarono un video in cui si vedeva il 60enne dare un bacio e sfiorare le due 14enni in un’aula vuota, dopo l’orario di scuola.

Le sue, si legge su Il Gazzettino, “in quel momento stavano ballando ascoltando musica ad alto volume. Le ragazze successivamente hanno raccontato che, in altre occasioni, l’uomo si era comportato in modo poco appropriato con loro“.

I due genitori hanno subito denunciato il fatto e ieri mattina, a conclusione delle indagini, il 60enne è stato rinviato a giudizio.

Il processo dovrebbe iniziare il prossimo 11 novembre. Mentre i genitori della giovane si sono costituiti parte civile, il legale dell’uomo ha intenzione di dimostrare che non vi è stata alcuna violenza sessuale.

L’avvocato Emanuele Forner spiega che il bidello, al massimo, “ha sbagliato nel lasciarsi coinvolgere dalle studentesse nel balletto che avevano inscenato“.

Via | Il Gazzettino

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →