Rugby Seven: l’Italia riparte con un sesto posto

La Nazionale Italiana Seven Maschile si è piazzata al sesto posto al Torneo Internazionale “Howard Hinton Sevens” di Tours, in Francia.

Nella prima giornata del torneo gli azzurri hanno chiuso al secondo posto il Girone D. Dopo aver battuto l’Esprit Sud Seven 21-14 e 21-0 la Francia U1 (una delle due selezioni francesi nel torneo) nella serata di venerdì, l’Italseven si è arresa 14-7 alla Francia U2 e pareggiato 21-21 contro i Froggies. Nei quarti di finale la squadra di Vilk ha incontrato la Nuova Zelanda (che ha chiuso al primo posto nel Gruppo A) perdendo 38-0 contro gli All Blacks.

L’Italseven di Andy Vilk, dopo il secondo posto nel Girone D e la sconfitta ai quarti di finale contro la Nuova Zelanda, nella giornata di domenica ha battuto 7-5 i Susie Seven (una selezione a inviti che annovera tra le sue file atleti sudafricani e neozelandesi) e nella finale per il Plate (il quinto posto nel torneo) sono stati superati 26-19 dal Serevi Seven, piazzandosi al sesto posto.

Orazio Arancio, team manager degli azzurri, ha analizzato la prestazione della squadra a conclusione della manifestazione, primo dei due appuntamenti prima dei Gran Prix targati Rugby Europe: “Il nostro obiettivo iniziale era quello di crescere nell’esperienza e nel gioco. Nonostante avessimo nove giocatori nuovi su dodici, possiamo dire di aver fatto un discreto passo avanti. Arrivare al sesto posto al torneo di Tours è un buon inizio, ma sappiamo bene che dobbiamo lavorare molto per migliorarci sempre. Il prossimo weekend, a Dublino, avremo un’altra importante occasione per metterci alla prova e continuare a crescere”.