Egitto, morto il procuratore generale Hisham Barakat in seguito a un attentato

Il procuratore generale egiziano Hisham Barakat è stato vittima di un attentato al Cairo, vicino all’accademia militare Nasr City.

15:22 – Contrariamente a quanto riferito inizialmente da fonti egiziane, secondo le quali le condizioni di Hisham Barakat non erano gravi dopo l’attentato subito stamattina, purtroppo il procuratore generale si è aggravato e, come comunica l’agenzia France Press, è morto.

Attentato contro il procuratore generale Hisham Barakat

Clima sempre più teso in Egitto dove questa mattina c’è stato un attentato contro il procuratore generale Hisham Barakat vicino all’accademia militare Nasr City che si trova a Est del Cairo.

Secondo quanto riportato dal quotidiano al Masry el Youm, il convoglio su cui viaggiava Hisham Barakat e la sua scorta è stato colpito da un’esplosione e sia il funzionario sia gli agenti che erano con lui sono stati portati in ospedale ma, in base a quello che un alto ufficiale della polizia ha riferito all’agenzia France Press, sarebbero tutti in buone condizioni e il ferimento non sarebbe dunque grave.

Nella zona in cui si è verificata l’esplosione ora ci sono le forze di sicurezza che stanno controllando l’area alla ricerca di eventuali altri ordigni.
Nei giorni scorsi il gruppo dello Stato del Sinai, affiliato all’Isis, ha diffuso un video in cui si vede l’uccisione di alcuni giudici di al Arish, una città che si trova nel Sinai settentrionale. Il video si intitola “Uccidendo i giudici” e fa vedere come i terroristi, lo scorso 16 maggio 2015, abbiano crivellato di colpi un minibus su cui viaggiavano i magistrati, tre dei quali sono morti, mentre altri tre sono rimasti feriti.