Castrogiovanni: la festa con Ibra rischia di costargli il posto

Il presidente del Racing 92 ha dichiarato che il contratto del pilone azzurro verrà rescisso. E Boudjellal…

Costa carissimo a Martin Castrogiovanni il viaggio a Las Vegas per fare festa con i giocatori del Paris Saint-Germain invece di seguire la squadra per la semifinale di Champions Cup. Non era convocato (al contrario di quello che ha scritto molta stampa italiana, ndr.), rivedere il suo vecchio amore Leicester faceva male, aveva chiesto il permesso (accordato dal club), ma Martin paga la presunta bugia detta al club, parlando di un viaggio in Argentina per visitare un parente malato. E Jacky Lorenzetti annuncia che il giocatore verrà, probabilmente, licenziato.

“Abbiamo deciso di mettere il giocatore fuori rosa e di avviare una procedura di licenziamento. Non possiamo transigere rispetto ai nostri valori – ha dichiarato il presidente del Racing sulle pagine del Parisien –. C’erano tutti (a Nottingham, ndr.), anche chi non giocava”. Insomma, l’avventura parigina sembra al capolinea, con il contratto in scadenza a giugno che non verrà rinnovato, anzi. A chiudere una stagione nata malissimo, con il neurinoma a bloccarlo durante i Mondiali, poi l’operazione, il difficile recupero e, ora, questo.

E a gettare benzina sul fuoco ci ha pensato anche Mourad Boudjellal (che non poteva non intervenire se di mezzo c’è il suo ‘nemico’ Lorenzetti) che parlando del periodo di Castrogiovanni a Tolone ha detto: “Ama la bella vita. Credo conoscesse Saint-Tropez meglio di me”. Ora, però, la parola dalle pagine dei giornali passa agli avvocati, dove tutto girerà attorno al permesso accordato dal Racing a Castro. Anche se la sensazione è che i parigini vogliano sfruttare l’occasione (una bugia veniale, visto che non era convocato comunque) per rescindere il contratto con un giocatore che, a causa dei problemi fisici, ha giocato poco quest’anno.