Calcio in testa all’avversario: 1508 settimane di squalifica

Uno stop di 29 anni per Cipriano Martinez, diventato suo malgrado famoso per il calcio in testa a un avversario.

Il suo gesto ha fatto il giro del mondo, il video della sua follia è stato tra i più visti e ora è arrivata la sentenza. Cipriano Martinez, pilone del Pucara Rugby Club, è stato squalificato per 29 anni per aver colpito con violenza in testa un avversario con un calcio.

In principio la squalifica era stata fissata a 1976 settimane, cioè 38 anni, perché “vi erano 11 aggravanti” ha dichiarato l’avvocato del giocatore. Ma ci sono state anche le attenuanti e, così, alla fine la squalifica per Martinez si è ridotta a ‘solo’ 1508 settimane, cioè 29 anni.