Sei Nazioni allargato? Gavazzi “Solo campagna elettorale”

Il presidente Fir risponde per le rime a Bernard Lapasset, mentre Dondi è più cauto.

Allargare il Sei Nazioni introducendo promozioni e retrocessioni? Il tema continua a tenere banco e dopo le parole di ieri di Bernard Lapasset non si è fatta attendere la risposta italiana. Per voce di Alfredo Gavazzi e Giancarlo Dondi che hanno parlato sulla Gazzetta dello Sport.

“Mi chiedo se Lapasset stia cercando voti in quell’area verso i Giochi 2024. Chi entra nel 6 Nazioni deve s strutturarsi. Come si può costruire una struttura e poi smantellarla l’anno dopo? Come si fa con i diritti tv? E la Scozia, ultima nel 2015, accetterà? Chi crede che tutto ciò sia possibile non sa quel che dice. Cosa farà Beaumont? Non posso rispondere per lui, ma è un uomo pratico, di rugby” le parole di Gavazzi.

Più cauto, ma non meno deciso, l’ex presidente Fir e membro dell’esecutivo della World Rugby Giancarlo Dondi. “Sul
piano sportivo il discorso è valido, ma commercialmente è difficile. Bisognerà parlarne molto. Anche per me il Torneo era un sogno. Poi lavorammo duro e trovammo un momento favorevole. Il rugby però ora è un affare. E sport e spettacolo”
dice l’ex numero 1 del rugby azzurro.

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →