Firenze: medici corrotti, 6 arresti in blitz Nas

Otto medici sono stati arrestati perché si sarebbero fatti corrompere dalle case farmaceutiche percependo illeciti compensi in cambio di prescrizioni arbitrarie a centinaia di pazienti. L’inchiesta è della procura di Firenze. A capo dell’associazione a delinquere ci sarebbe un “noto professore universitario fiorentino” che rivestirebbe cariche in ambito ospedaliero, accademico, scientifico e associativo di categoria.

di remar


Otto medici sono stati arrestati perché si sarebbero fatti corrompere dalle case farmaceutiche percependo illeciti compensi in cambio di prescrizioni arbitrarie a centinaia di pazienti.

L’inchiesta è della procura di Firenze. A capo dell’associazione a delinquere ci sarebbe un “noto professore universitario fiorentino” che rivestirebbe cariche in ambito ospedaliero, accademico, scientifico e associativo di categoria.

Ventuno in tutto le ordinanze di misura cautelare e trentasette le perquisizoni effettuate in tutto il centro-nord dai militari del Ros. Sei degli indagati sono agli arresti domiciliari, per altri due è scattato l’obbligo di dimora, per tredici l’interdizione dall’attività.


Le misure cautelari sono state eseguite in Toscana, Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia, Lazio, Liguria, Veneto ed Umbria.

Secondo le risultanze investigative l’ammontare degli illeciti compensi percepiti dagli indagati è di circa 2 milioni di euro, gran parte dei quali fatti transitare sui bilanci di società di copertura.

In cambio erano pronte prescrizioni e somministrazioni di farmaci arbitrarie ai danni di centinaia di pazienti affetti da diffuse patologie croniche. Le aziende che avrebbero corrotto i medici realizzavano così maggiori profitti grazie all’impennata nella diffusione dei farmaci.

Via | La Nazione
Foto | Flickr