Siracusa, omicidio Vito Grassi: arrestati Gaetano Urso e un diciassettenne

A premere il grilletto e a uccidere Vito Grassi sarebbe stato un diciassettenne. Dell’arresto dei due presunti sicari del 26enne siracusano, ucciso due notti fa sulla porta di casa, parlavamo ieri. A incastrare il pregiudicato Gaetano Urso, di 26 anni, e il minore è stato un rilevatore Gps nascosto nello scooter dei sicari. Grazie alla

di remar


A premere il grilletto e a uccidere Vito Grassi sarebbe stato un diciassettenne. Dell’arresto dei due presunti sicari del 26enne siracusano, ucciso due notti fa sulla porta di casa, parlavamo ieri. A incastrare il pregiudicato Gaetano Urso, di 26 anni, e il minore è stato un rilevatore Gps nascosto nello scooter dei sicari.

Grazie alla microspia – che doveva servire a fare luce sui recenti attentati incendiari e dinamitardi messi a segno dagli uomini del racket delle estorsioni a Siracusa – gli investigatori avrebbero accertato che quello scooter, un Honda Sh, è stato utilizzato da chi due notti fa ha ucciso Vito Grassi.

La polizia avrebbe anche recuperato l’arma del delitto, una pistola semiautomatica Brawning calibro 22. Secondo la ricostruzione dell’agguato fatta dagli investigatori il diciasettenne avrebbe esploso gli 8 colpi che hanno centrato Grassi mentre il complice lo aspettava sul motorino in attesa di fuggire.

Dal Giornale di Siracusa:

Per il momento sembra farsi strada l’ipotesi del regolamento di conti maturato negli ambienti della criminalità organizzata, ma gli investogatori continuano ad indagare per accertare il reale movente dell’omicidio costato la vita al ventiseienne Vito Grassi, ritenuto affiliato al clan mafioso facente capo ad Attanasio.

Via | Siracusa News

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →