6 Nazioni 2016: Italia, la formazione per la Scozia

Jacques Brunel ha annunciato la squadra per il terzo turno dell’RBS 6 Nazioni 2016 che si giocherà a Roma sabato.

Torna Leonardo Ghiraldini in azzurro, fin dal primo minuto, c’è Josh Furno in seconda linea e torna David Odiete a estremo. E, soprattutto, manca Carlo Canna, fermato da un problema agli adduttori e sostituito da Kelly Haimona all’apertura. Sono queste le novità nell’Italia che affronterà la Scozia sabato pomeriggio all’Olimpico di Roma.

L’incontro, con calcio d’inizio alle ore 15.25, sarà trasmesso in diretta in chiaro da DMax canale 52 e da canale NOVE, con telecronaca di Antonio Raimondi e commento tecnico di Vittorio Munari. Collegamento in simulcast su ambo i canali dalle 14.45 con lo studio Rugby Social Club condotto da Daniele Piervincenzi.

La sfida di sabato pomeriggio segna il giro di boa del Torneo 2016, con gli Azzurri ed il XV del cardo entrambe a caccia della prima vittoria dell’anno.

E’ il diciassettesimo scontro diretto nel 6 Nazioni, con un bilancio lievemente favorevole agli uomini di Cotter (nove vittorie contro le sette italiane) che ricorda il grande equilibrio che sempre caratterizza le sfide tra le due Nazionali e dove il fattore campo si è il più delle volte rivelato cruciale, con due affermazioni italiane (2007 e 2015) al di là del Vallo d’Adriano e la Scozia vincente a Roma in tre occasioni (2002, 2006 e 2014).

Brunel conferma la struttura della squadra che, nei primi centosessanta minuti, ha sfiorato la vittoria sulla Francia a Parigi e tenuto testa per un’ora all’Inghilterra all’Olimpico prima di cedere nell’ultimo quarto di gara, apportando quattro modifiche al XV titolare visto nell’ultima uscita.

Rientra come estremo titolare David Odiete, costretto a saltare l’Inghilterra per un problema alla caviglia dopo l’esordio contro la Francia, mentre in all’apertura si rivede dal primo minuto Kelly Haimona che prende il posto di Carlo Canna, fermato da un problema muscolare, e fa coppia con Edoardo Gori che, a venticinque anni, taglia il traguardo delle cinquanta presenze in Nazionale.

In seconda linea debutto stagionale nel Torneo per Joshua Furno, che prende il posto del capitano delle Zebre George Biagi, tra i migliori contro l’Inghilterra ma costretto allo stop da una frattura costale mentre a guidare la prima linea, recuperato dopo il problema al bicipite femorale riportato alla Rugby World Cup, torna il tallonatore veterano Leonardo Ghiraldini, alla sua ottantunesima apparizione.

“Ho scelto Haimona perché ha un po’ più di esperienza internazionale rispetto a Padovani – ha detto Brunel, che poi guarda alla Scozia –. Punti deboli? E’ difficile dire che hanno punti deboli, ai Mondiali sono andati vicino alle semifinali e nelle prime due partite potevano benissimo vincere. Hanno alzato il livello, sarà una partita difficile per noi”.

“Tutti dicono che la Scozia è la partita più facile e se guardiamo gli ultimi anni è vero che è là che si può fare la differenza, ma per me è una delle squadre più difficili da giocarci contro. Dire che è facile è sbagliato” ha concluso Brunel.

Italia
15 David Odiete, 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Gonzalo Garcia, 11 Mattia Bellini, 10 Kelly Haimona, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Alessandro Zanni, 6 Francesco Minto, 5 Joshua Furno, 4 Marco Fuser, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
In panchina: 16 Davide Giazzon, 17 Matteo Zanusso, 18 Martin Castrogiovanni, 19 Valerio Bernabò, 20 Andries Van Schalkwyk, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Edoardo Padovani, 23 Andrea Pratichetti

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →