Elezioni 2013 – Rai Parlamento – Conferenza Stampa Amnistia, Giustizia e Libertà – Marco Pannella: “Con l’amnistia risparmiano il 2% del pil”

Il live di Rai Parlamento – Elezioni 2013 con Marco Pannella di Amnistia, Giustizia e Libertà

22.23 “Da domani ricomincio lo sciopero della fame e della sete contro le condizionji delle carceri”.

22.20 Pannella su Napolitano: “Con le sue stigmate comuniste italiane che non hanno mai amato i diritti, si è reso responsabile di non fare un solo messaggio alle camere sull’argomento, nonostante nel 2005 si fosse speso ampiamente sulla questione. Ha impedito lui che le camere conoscessero le condanne della giurisdizione, ha avuto 130 accademici e costituzionalisti che gli hanno fatto un appello perché usasse quello che la costituzione lo obbligava a fare, un messaggio alle camere. E non l’ha fatto”.

22.19: Pannella sulle droghe: “Sono già liberalizzate, a Scampia e dappertutto. Noi vogliamo legalizzare, non liberalizzare, e tutto il mondo sta dicendo che la nostra posizione è quella giusta”.

22.12 Pannella sull’amnistia: “Il 2 agosto dell’anno scorso l’autorità garante ha dato un ordine di discutere dei problemi della giustizia e delle carceri nei talk show nelle ore di massimo ascolto. Mi avete mai visto? Noi riteniamo che se l’unica riforma di struttura, per cui ci condannano per le carceri, allora quello che vogliamo è che se riusciamo a ridurre la popolazione carceraria con l’indulto a quel punto risparmieremmo l’1% del pil. E secondo me non dicono la verità, è almeno il doppio”.

22.09 “Forse è l’ultima volta che potrete votarci, e vi assicuro che non ci pentirete. Giannino non ha osato, potevamo metterci assieme. Non è la questione dell’amnistia, mi salutano con affetto ma poi guardano altrove. Grillo avrà cento eletti, duecento eletti, io non entrerò manco con uno. Il regime ci ha rincoglionito, ci vuole un soprassalto di ragionevolezza. Ponetevi il problema, questa volta può darsi che riescano a farci scomparire completamente, noi non molleremo”.

22.06 Pannella sulla leva: “E’ per merito nostro che non c’è più la leva obbligatoria. Votarci significa risolvere il problema della giustizia. Noi abbiamo un regime in cui non c’è più possibilità di dosare la perversione dello stato. Perché non ci vedete da Ballarò o da Santoro? E poi le persone non sanno che esistiamo e non ci votano”.

21.58 Pannella sulle elezioni: “Le persone magari ci votano ai referendum, ma poi alle elezioni non ci capiscono più nulla. Voi votaste all’80% con coi per abolire il finanziamento pubblico. Quattro mesi avete votato per i partiti che erano stati contro la vostra scelta e a noi avete dato il 2%. Tenete presente tutto questo”.

21.53 Pannella ancora su Grillo: “Grillo non è un pericolo per la democrazia, è una conseguenza della peste italiana, che è la peste partitocratica per cui uno dura un ventennio, poi si fa il sistema antifascista che è l’erede della partitocrazia fascista. Grillo è una conseguenza dell’antidemocrazia che in realtà crea un paese privo dei dibattiti veri. Non appoggerei sempre Grillo, ma non possiamo stupirci che lo schifo della peste partitocratica abbia respinto tanta parte del mondo giovane”.

21.51 Pannella sul sistema elettorale: “Il gioco politico dovrebbe essere qualcosa in cui uno vince e uno perde. Da noi si è distrutto il rapporto tra cittadino e delegato del cittadino. CI vuole il maggioritario uninominale”.

21.48 Pannella su Grillo: “In Italia siamo sottoposti a un regime di partitocrazia e antidemocrazia, i dibattiti in corso sono dibattiti non fra partiti eguali, sono partiti soci. Per questo non riusciamo a far sentire la nostra voce su temi che portiamo avanti da decenni”.

21.46 Pannella sulla lista di scopo: “E’ un obiettivo di carattere generale, è una risposta che sarebbe sufficiente per schivare l’ultimatum che ci ha dato l’Europa, per cui usciremmo da una condizione tecnicamente parlando di criminalità di stato”.

21.42 Presente in studio Marco Pannella: “La Meloni è per l’elezioni diretta del Capo dello Stato e per un grande partito conservatore? David Cameron in Inghilterra sulle coppie di fatto dice cose che in Italia scandalizzano. Noi come Radicali siamo il solo partito che da cinquant’anni siamo per il sistema anglosassone”.

Seconda conferenza stampa della serata. In studio Marco Pannella, leader della lista Amnistia, Giustizia e Libertà.

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia