Torino: Guido Tencone tenta di uccidere a bastonate i genitori. “Sentivo delle voci che mi dicevano di uccidere”

Guido Tencone, 39enne residente a Moncalieri, alle porte di Torino, è finito in manette con l’accusa di aver tentato di uccidere i suoi genitori, Graziella Casari e Luciano Tencone, rispettivamente di 70 e 75 anni.E’ accaduto ieri notte, nell’abitazione di famiglia in via Papa Giovanni XXIII: Tencone, con problemi psichici, in preda ad un raptus


Guido Tencone, 39enne residente a Moncalieri, alle porte di Torino, è finito in manette con l’accusa di aver tentato di uccidere i suoi genitori, Graziella Casari e Luciano Tencone, rispettivamente di 70 e 75 anni.

E’ accaduto ieri notte, nell’abitazione di famiglia in via Papa Giovanni XXIII: Tencone, con problemi psichici, in preda ad un raptus ha aggredito a bastonate i suoi genitori e, a mani nude, ha cercato di strappare gli occhi di suo padre.

Forse anche questa aggressione si sarebbe potuta evitare: fino a pochi giorni fa, infatti, Guida frequentava il centro di igiene mentale di Moncalieri. Poi, di punto in bianco, aveva deciso di non andarci più.

I problemi, però, non erano diminuiti e, stando a quanto raccontato dallo stesso Tencone agli inquirenti, aveva iniziato a sentire delle voci che gli dicevano di uccidere.

Alla fine ha assecondato quelle voci ed ha aggredito i genitori, attualmente ricoverati in ospedale, nessuno dei due in pericolo di vita. Si legge su La Stampa:

I medici hanno appurato che l’uomo ha ancora i bulbi oculari nelle loro sedi. Ma le lesioni che hanno subito sono talmente gravi che difficilmente potrà recuperare la piena funzionalità. Non si ha ancora la certezza ma resta fondata l’ipotesi che perda la vista. Ha diverse ferite e contusioni al volto ed è sedato dai farmaci. La Tac a cui è stato sottoposto non ha evidenziato danni celebrali. Ma la prognosi è riservata. Meno gravi sono le condizioni della moglie, ricoverata nel reparto di chirurgia del pronto soccorso del nosocomio torinese. Ha alcuni tagli al cuoio capelluto, una frattura a un dito della mano e diverse ecchimosi, ma potrebbe essere dimessa già nei prossimi giorni. Bisognerà attendere gli esami neurologici e appurare che non ci siano danni al cervello.

Guido Tencone si trova in carcere con l’accusa di tentato omicidio.