Taranto, usura: 18 arresti. In manette anche un commercialista e un avvocato

La polizia di Taranto ha eseguito 18 arresti nei confronti di altrettante persone accusate di usura aggravata, estorsione aggravata, riciclaggio e reimpiego di denaro e titoli di credito di provenienza illecita.Tra i presunti strozzini finiti in manette anche un noto commercialista, un imprenditore, titolare di due rivendite d’abbigliamento e altri esercizi commerciali, e un avvocato.Le

di remar


La polizia di Taranto ha eseguito 18 arresti nei confronti di altrettante persone accusate di usura aggravata, estorsione aggravata, riciclaggio e reimpiego di denaro e titoli di credito di provenienza illecita.

Tra i presunti strozzini finiti in manette anche un noto commercialista, un imprenditore, titolare di due rivendite d’abbigliamento e altri esercizi commerciali, e un avvocato.

Le vittime del giro di usura erano imprenditori edili, commercianti, produttori di abbigliamento, ristoratori, piccoli industriali in ambito metallurgico.


Nel corso dell’operazione sono state effettuate 40 perquisizioni su tutto il territorio nazionale ed è stato inoltre disposto il sequestro preventivo di 12 unità immobiliari, 9 autovetture, 2 motocicli, 4 esercizi commerciali, 3 rami d’azienda, 6 blocchi di quote nominali di società, per un valore complessivo di circa 6 milioni di euro.

A giugno nel capoluogo pugliese, sempre per usura e riciclaggio, erano state arrestate 13 persone, tra cui due funzionari di banca e un poliziotto.

Via | La Gazzetta del Mezzogiorno