Gorizia: Gdf scopre evasione fiscale da 4,5 milioni

Negli ultimi 3 anni, secondo le indagini svolte dalla Guardia di finanza di Gorizia, hanno nascosto al fisco 4,5 milioni di euro. Due le società finite nel mirino delle Fiamme Gialle: avevano una residenza fittizia in Portogallo ma in realtà operavano in Italia. Le attività economiche, dichiaratamente svolte in Stati esteri, riguardavano la cantieristica navale

di remar


Negli ultimi 3 anni, secondo le indagini svolte dalla Guardia di finanza di Gorizia, hanno nascosto al fisco 4,5 milioni di euro. Due le società finite nel mirino delle Fiamme Gialle: avevano una residenza fittizia in Portogallo ma in realtà operavano in Italia. Le attività economiche, dichiaratamente svolte in Stati esteri, riguardavano la cantieristica navale su imbarcazioni da crociera e l’edilizia alberghiera di prestigiosi hotel veneziani. Da La Bora:

Le condotte illecite venivano realizzate mediante l’effettuazione di attività in cantieri con un ciclo produttivo di lavorazione dell’opera commissionata dal cliente pari ad una durata temporale superiore a quella prevista dalle convenzioni internazionali (nel caso di specie Governo Italiano e quello Portoghese) per evitare la doppia imposizione ed evasioni fiscali nei due Paesi.

I rappresentanti delle aziende che hanno omesso di presentare le dichiarazioni ai fini degli obblighi tributari relative agli ultimi tre anni sono stati denunciati.

Tre settimane fa i finanzieri del comando provinciale di Gorizia avevano scoperto una società di diritto ungherese che ha sottratto a tassazione una base imponibile quantificata in 1,5 milioni di euro e, a giugno, un’evasione fiscale superiore ai 9 milioni di euro – tra Iva, imposte sui redditi e Irap – da parte di tre società che operano nei settori dell’edilizia e della meccanica. L’ammontare dell’evasione fiscale in Italia è di circa 120 miliardi di euro all’anno.

Foto | IGN