Inghilterra: Cipriani, sarà l’anno della svolta?

L’apertura di Sale è in ottima forma e il suo director of rugby lo candida a un posto in nazionale.

A 28 anni ha raggiunto, finalmente, la maturità per fare il salto di qualità e guadagnarsi un posto nell’Inghilterra? La domanda circola da tempo e dopo la bocciatura prima dei Mondiali sembrava aver avuto una chiara risposta. Ma ora, con Eddie Jones al comando, Danny Cipriani sogna di riuscire finalmente a essere protagonista in nazionale.

L’ottima prestazione contro i Wasps questo weekend, poi, ha spinto il director of rugby degli Sharks Steve Diamond a fare da testimonial per il suo numero 10. “Danny è un leader per le sue qualità, ma anche per l’influenza che ha sulla squadra. E’ molto cresciuto negli ultimi 2/3 anni qui ed è per questo che vuole restare ancora – ha detto Diamond –. E’ molto più maturo come giocatore e ora capisce cosa deve fare. Ha giocato molto bene e merita una chiamata in nazionale per il Sei Nazioni”.

Convocazione che, se arriverà, non vorrà dire posto sicuro in squadra, anzi. La concorrenza – da Ford a Farrell – è dura, anche se sia Cipriani sia gli altri possono giocare anche a centro e, dunque, potrebbero essere due gli spot da giocarsi per loro tre. Quel che è sicuro, però, è che a 28 anni l’apertura di Sale ha già perso tanti treni e ora la strada per la nazionale è sicuramente più dura rispetto al passato. Ce la farà e sarà, finalmente, protagonista?

I Video di Blogo

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →