Rugby e Marketing: gli USA? Ora stuzzicano anche il Pro 12

Le Regions gallesi stanno valutando di giocare alcune partite negli Stati Uniti. Coinvolgendo i club irlandesi e italiani?

Gli USA come nuovo Eldorado ovale. Dopo gli All Blacks e l’Australia che già hanno fatto il tutto esaurito negli Stati Uniti, dopo la Premiership che ha annunciato che a marzo Saracens e London Irish si sfideranno a New York, ora è anche la Guinness Pro 12 a strizzare l’occhio oltre oceano.

E, in particolare, lo sono i club gallesi, come scrive il WalesOnline. Ospreys, Cardiff Blues, Newport Dragons e Scarlets, infatti, stanno valutando l’ipotesi di disputare alcuni match interni negli Stati Uniti, con le solite città più “celtiche” come obiettivi primari: Boston, New York e Chicago. Un’ipotesi che, poi, sembra far gola anche ai boss della Pro 12, che non nascondono l’interesse per questa possibilità.

“Il mercato statunitense ci interessa molto vista la forte presenza di irlandesi e italiani. Pensiamo di avere qualcosa di importante da offrire e uno sponsor come Guinness ci può aiutare davvero tanto” ha dichiarato sempre al WOL il managing director Martin Anayi. Ora, prima di sbarcare in America, però sarà il caso di far sapere agli italoamericani che ci sono due club italiani nel Pro 12. Perché anche qui da noi lo sanno in pochi…

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →