Pallavolo Maschile | Serie A1 | 3a giornata di ritorno | Anticipo Modena-Trento 3-1

Casa Modena ha vinto per 3-1 contro l’Itas Diatec Trentino nell’anticipo della 3a giornata di ritorno della Regular Season della Serie A1 di volley maschile.

Casa Modena ha interrotto la serie di 26 vittorie consecutive (tra campionato e coppe) dei campioni del mondo dell’Itas Diatec Trentino.
Nel tempio della pallavolo italiana, un PalaPanini strapieno, dopo una partita spettacolare, i ragazzi di Radostin Stoytchev si sono dovuti inchinare davanti ai padroni di casa in una partita in cui non hanno potuto contare sui loro giocatori più forti: il capitano Matey Kaziyski, come avviene molto (ma molto!) raramente, è incappato in una giornata no, mentre Osmany Juantorena è entrato solo nel quarto set e non ha potuto dare il meglio perché alle prese con un problema alla spalla che sta cercando di risolvere prima della partita di Champions.
Dall’altra parte, invece, Gundars Celitans è stato semplicemente inarrestabile e, grazie anche all’ennesima ottima prestazione di Michele Baranowicz al palleggio, ha trascinato i suoi alla vittoria di questo match valevole per la terza giornata di ritorno della Regular Season della Serie A1 maschile.

Ora Trento resta in testa alla classifica del campionato con 34 punti, mentre Modena sale a 30.

Questa sera, dalle ore 20 in diretta streaming su Sportube 2, un altro big match, quello tra la Copra Elior Piacenza (a quota 28) e i campioni d’Italia della Cucine Lube Banca Marche Macerata (con 31 punti in classifica), che potrebbe consentire ai marchigiani di raggiungere Trento.
Il libero di Piacenza, Davide Marra, scenderà in campo con la maglia del portiere della Juventus Gigi Buffon, che mercoledì scorso ha incontrato il centrale piacentino Robertlandy Simon. La Lega di Pallavolo di Serie A maschile ha accolto la proposta del presidente Guido Molinari e del presidente onorario Lino Volpe della Copra Elior Piacenza, entrambi grandi tifosi juventini.
Tutte le altre partite della terza giornata di ritorno si giocano domani.

Qui di seguito il commento di Modena-Trento.

All’inizio del primo set Modena è gasatissima, grazie soprattutto al calore del pubblico di casa. I ragazzi di Lorenzetti riescono a stare sempre in vantaggio e arrivano al secondo time-out tecnico sul 16-13.
Stoytchev chiede ai suoi di stare più attenti a muro su Celitans, che in questo periodo è il miglior opposto del campionato in base alle statistiche.
Sala si fa male a una caviglia ed esce subito dopo il secondo time-out tecnico, anche se il problema non sembra grave.
Nonostante questo, Modena riesce mantenersi sul +3 e a raggiungere il +4 sul 23-19.
I canarini si ritrovano sul 24-20 grazie a un bel punto di Kovacevic, ma Baranowicz sbaglia la battuta e annulla il primo set-ball della sua squadra. Lorenzetti chiama il time-out e al rientro in campo, con Birarelli in battuta, Trento riesce ad annullare altri tre set-ball. Sul 24-22 Modena è convinta di aver fatto punto, ma in effetti la palla murata a Celitans finisce sulla riga e dunque gli arbitri non sbagliano ad assegnare il punto a Trento. Sbagliano però in seguito, una volta per parte: sul 24 pari non viene dato il punto a Kovacevic anche se la palla, finita fuori, è stata toccata da un giocatore di Trento, sul 25-24 avviene il contrario, cioè è l’attacco di Stokr che viene dato fuori nonostante sia stato toccato da un giocatore di Modena che può così chiudere il set sul 26-24.

Nel secondo set Sala torna in campo per Modena, ma è Trento a partire fortissima giungendo al primo time-out tecnico sull’8-3 e poi al secondo addirittura sul +7, che diventa presto un +8 (10-18) grazie a un inarrestabile Stokr.
Modena si sveglia tardi, riesce a mettere a segno un parziale di 4-1 (dal 22-16 al 23-20 per Trento), e annullando la prima palla-set dei campioni del mondo con un punto di Vasely servito ottimamente da Baranowicz, ma Trento riesce comunque a chiudere il set sul 25-21.

Il terzo set comincia in equilibrio, ma solo per i primissimi punti. Trento guadagna un break sul 5-3, ma Modena prima pareggia, poi si porta in vantaggio arrivando al primo time-out tecnico sull’8-6. Al rientro in campo i canarini mettono a segno un parziale di 4-0, mentre Trento sbaglia molto: capitan Kaziyski commette tre errori gravi consecutivi e viene richiamato in panchina da Stoytchev che lo sostituisce con Chrtiansky Jr. Il vantaggio di Modena aumenta e un muro perfetto di Celitans su Stokr segna il punto del 16-11.
Dopo il secondo time-out tecnico Modena continua a macinare punti e arriva ad avere 7 palle set. Trento ne annulla due, una con Stokr e l’altra con muro di Birarelli, ma poi Modena chiude il set sul 25-19.

Nel quarto set torna in campo Kazyski ed entra Juantorena, anche se non è al massimo e si vede per questo non viene utilizzato in attacco.
Modena è la prima a guadagnarsi un break di vantaggio in questo set, ma poco prima del primo time-out tecnico Trento pareggia e poi va in vantaggio (7-8).
I campioni del mondo man mano tornano a giocare ai loro livelli e arrivano al secondo time-out tecnico sul +4, ma al rientro in campo Modena riesce a recuperare punto dopo punto e a ottenere in pratica tre punti con una sola azione: sul 19-16 per Trento, infatti, succede un caos su un attacco di Quesque fuoribanda e i trentini si beccano due cartellini gialli per proteste (uno per Stoytchev e uno per Kaziyski). Dal 19 pari in poi le squadre si seguono punto su punto.
Modena compie il sorpasso sul 22-21 con un muro di Piscopo su Burgsthaler, ma è lo stesso centrale trentino a pareggiare con un colpo di testa (!). Dopo un muro di Raphael, il pareggio di Deroo dopo un bellissimo scambio, un altro punto di Celitans con una vera e propria bomba e un attacco dello stesso lettone finito sulla rete, siamo sul 24 pari, ma Quesque porta Modena al match ball e un muro efficace su Juantorena segna il 26-24 che consente ai canarini di conquistare tre punti.

Trento parte già domani mattina alla volta di Mosca dove martedì, alle ore 15, affronterà la Dinamo nella partita di andata dei play off 12 di Cev Champions League.

Ecco il tabellino:

Casa Modena-Itas Diatec Trentino 3-1 (26-24, 21-25, 25-19, 26-24)

Casa Modena: Manià (L), Sala 3, Deroo 15, Quesque 3, Celitans 21, Casadei, Vesely 9, Pinelli, Kovacevic 12, Baranowicz, Piscopo 6. Non entrati Catellani. All. Lorenzetti

Itas Diatec Trentino: Kaziyski 11, Sintini, Birarelli 12, Juantorena 2, Vieira De Oliveira 5, Uchikov, Lanza 6, Djuric 3, Colaci (L), Stokr 19, Chrtiansky Jr 1, Bari (L), Burgsthaler 3. All. Stoytchev

Arbitri: Cipolla, Pasquali
Spettatori: 3800
Incasso: 31000
Durata set: 30′, 26′, 23′, 30′; tot: 109′

Foto | © Marco Trabalza/Ufficio Stampa Itas Diatec Trentino

Ultime notizie su Serie A1 Pallavolo Maschile

Tutto su Serie A1 Pallavolo Maschile →