Palermo: banda di rapinatori seriali in manette

La banda di rapinatori seriali aveva un modo di operare particolarmente violento e si sarebbe avvalsa anche della complicità di un minorenne, ora denunciato a piede libero.

di remar

Sono quattro i presunti rapinatori destinatari di altrettante ordinanze di custodia cautelare richieste dai pm di Palermo Amelia Luise e Luca Battinieri ed emesse dal Gip Giovanni Francolini. Secondo le indagini i quattro giovani, uno dei quali ancora ricercato, avrebbero messo a segno dieci colpi ai danni di uffici postali, banche, gioiellerie e supermercati del Palermitano. Rapine che sarebbero state compiute tra marzo e luglio del 2012 e che avrebbe fruttato 50mila euro circa di bottino. La banda di rapinatori seriali aveva un modo di operare particolarmente violento e poteva contare anche sulla complicità di un minorenne, ora denunciato a piede libero.

Sempre uguale il modo di agire dei malviventi che tra l’altro facevano irruzione nelle attività prese di mira a viso scoperto: uno di loro saltava dalla parte del bancone, della cassa, e ordinava di consegnare il denaro contante al malcapitato dipendente. I complici nel frattempo controllavano la situazione tenendo ad esempio sempre aperte la porte automatizzate.

Gli investigatori dopo aver esaminato le immagini delle telecamere di sorveglianza di banche ed esercizi commerciali rapinati, le hanno confrontate con le foto pubblicate dai sospetti rapinatori sui propri profili Facebook. Poi sono scattati gli arresti. Ad eseguire i provvedimenti restrittivi i carabinieri di Bagheria e i poliziotti della squadra mobile di Palermo.

Foto © TMNews