Genova: Antonio Mondì uccide a bastonate la zia malata terminale e la getta dalla finestra

Antonio Mondì, tassista di 43 anni è stato arrestato ieri sera a Genova con l’accusa di omicidio volontario: ha ucciso la zia 81enne a bastonate e l’ha scaraventata dalla finestra della sua abitazione.E’ accaduto ieri nel quartiere Sampierdarena di Genova: l’anziana, Artichiana Mazzucchelli, malata terminale, è stata ritrovata in strada da alcuni passanti.In un primo


Antonio Mondì, tassista di 43 anni è stato arrestato ieri sera a Genova con l’accusa di omicidio volontario: ha ucciso la zia 81enne a bastonate e l’ha scaraventata dalla finestra della sua abitazione.

E’ accaduto ieri nel quartiere Sampierdarena di Genova: l’anziana, Artichiana Mazzucchelli, malata terminale, è stata ritrovata in strada da alcuni passanti.

In un primo momento si è pensato ad una caduta accidentale, ma quando gli inquirenti sono saliti in casa, le tracce di colluttazione erano evidenti.

Il principale sospettato è stato fin da subito il nipote 43enne della donna, che in un primo momento ha raccontato di essersi recato dalla parente per accompagnarla in ambulatorio per una seduta di chemioterapia.

Il suo racconto, però, non ha convinto del tutto gli inquirenti e, in tarda serata, dopo otto ore di interrogatorio, Mondì ha ceduto.

Ora si trova in carcere con l’accusa di omicidio volontario.