Guinness Pro 12: Zebre, l’orgoglio non basta

Si è conclusa a Newport la sfida valevole per il secondo turno della Celtic League.

Basta un tempo ai Newport Dragons per creare il gap decisivo contro delle Zebre più in partita rispetto a sette giorni fa, ma che non riescono a sfondare e pagano – come a Cardiff – l’indisciplina con due cartellini gialli (per van Schalkwyk secondo consecutivo, ndr.). Finisce così 13 a 0 e i bianconeri chiudono il tour gallese a quota zero.

I Dragons cercano di sfondare alla mano ma chiudono l’azione al piede in touche. Sul secondo attacco è bravo Mbandà sui 22 a costringere l’avversario al tenuto. Avanza la maul italiana con Burgess che innesca bene i propri trequarti sul largo opposto ma l’azione si spegne fuori dal campo. Risponde il drive gallese che va vicino alla meta con l’ovale perso in avanti sul placcaggio si D’Apice su Jackson. Sul primo ingaggio ai 5 metri arriva il fallo contro i Dragons, mentre sul secondo a centrocampo arriva la sanzione contro il XV del Nord-Ovest e il seguente fallo contro capitan Biagi che non rotola via dando a Tovey il piazzato del vantaggio. Gioco molto spezzettato: i padroni di casa cercano di superare alla mano la difesa italiana brava a costringere ancora gli avversari a perdere il possesso sul placcaggio. Buona la comunicazione tra Burgess e Van Schalkwyk col sudafricano a perdere l’ovale reso scivoloso dalla pioggia. L’indisciplina da territorio ai Dragons al 15°: fallo in ruck contro Postiglioni e azione pericolosa ancora sull’asse Pretorious-Jackson chiusa dalla difesa italiana sui 22. Bella e lunga azione alla mano delle Zebre subito dopo con Mbandà che trova il varco e serve Biagi sui 22 ma l’ovale scivola dalle mani del capitano. Crescono le Zebre con un nuovo pericoloso possesso ben gestito da Burgess ma Castello fa velo sui 22 a Ceccarelli. Ancora i falli bianconeri con Bortolami in touche e Biagi in ruck mettono pressione sul XV del Nord-Ovest che subisce il secondo piazzato di Tovey sotto i pali al 25°. Dopo ulteriori giocate irregolari Linton sventola il giallo a Biagi al 28° e così la maul gallese va in meta con Jackson, pericoloso anche poco dopo. Reagiscono le Zebre vicine alla meta: Bortolami cattura la touche e guida il drive avanzante. L’ovale esce per Burgess che trova Beyers e poi Van Schalkwyk che viene fermato a pochi centimetri dalla meta. Il vantaggio precedente da a Beyers la possibilità di ridurre il gap ma la pedata del numero 10 non è precisa. Dragons pericolosi prima dell’intervallo: dopo una buona difesa bianconera Prydye trova il buco al centro del campo riciclando per Landman che però perde l’ovale prima del rientro di Biagi. A tempo scaduto i gallesi continuano a giocare e così Castello opera un’ottima controruck a centrocampo che da a Beyers una nuova opportunità non sfruttata sul piazzato.

Nel secondo tempo dopo tre minuti Tovey sembra trovare il varco decisivo al termine di un lungo multifase ma il suo riciclo viene controllato da Ceccarelli nei 22. Le Zebre liberano al piede ma subiscono ancora la pressione del gioco alla mano del XV di Jones: dopo 17 fasi ben difese arriva il turnover a favore del XV del Nord-Ovest che vince anche la mischia chiusa risalendo il campo. Ci provano Biagi e compagni in attacco: una buona rimessa vede Pratichetti lanciato da D’Apice oltre la linea ma il passaggio è giudicato in avanti. Il pack bianconero cresce e vince un’altra mischia ma la rimessa ai 5 metri non trova punti. Bene le Zebre ancora in attacco con un’azione pericolosa che parte dalla velocità di Beyers che serve bene Castello sulla linea dei 22 ma ancora il passaggio è giudicato in avanti da Linton. La mischia gallese continua a soffrire costringendo Tovey a liberare al piede mentre al 65° Visentin viene placcato alto. Beyers non trova la rimessa calciando il pallone fuori in area di meta: sfuma così una ghiotta possibilità di segnare. Il XV del Nord-Ovest rimane ancora in inferiorità nel suo momento migliore col giallo sventolato a Van Schalkwyk per una giocata irregolare difendendo una rimessa avversaria. Con Di Giulio a spingere in terza linea le Zebre vincono la mischia a 7 dal termine che permette di risalire il campo del Rodney Parade ma la maul seguente è fermata con un turn-over. Le Zebre ci provano ancora ristabilita la parità numerica ma Linton ferma ancora lo sforzo offensivo sanzionando Pratichetti di un placcaggio irregolare. Dopo aver ben difeso la rimessa gallese nell’ultimo tentativo, Jackson –migliore in campo- ruba la rimessa di Fabiani chiudendo così il match sul 13-0.

NEWPORT DRAGONS – ZEBRE 13-0
Venerdì 11 settembre, ore 20.05 – Rodney Parade, Newport
Newport: 15 Tom Prydie, 14 Ashton Hewitt, 13 Tyler Morgan, 12 Adam Warren, 11 Nick Scott, 10 Jason Tovey, 9 Sarel Pretorius, 8 Ed Jackson, 7 Nic Cudd, 6 Lewis Evans, 5 Rynard Landman, 4 Cory Hill, 3 Brok Harris, 2 T Rhys Thomas, 1 Boris Stankovich
In panchina: 16 Hugh Gustafson, 17 Phil Price, 18 Shaun Knight, 19 James Thomas, 20 James Benjamin, 21 Charlie Davies, 22 Dorian Jones, 23 Carl Meyer
Zebre: 15 Dion Berryman, 14 Gabriele Di Giulio, 13 Tommaso Castello, 12 Matteo Pratichetti, 11 Michele Visentin, 10 Ulrich Beyers, 9 Luke Burgess, 8 Andries Van Schalkwyk, 7 Maxime Mbandà, 6 Paul Derbyshire, 5 George Biagi (c), 4 Marco Bortolami, 3 Pietro Ceccarelli, 2 Tommaso D’Apice, 1 Bruno Postiglioni
In panchina: 16 Oliviero Fabiani, 17 Andrea De Marchi, 18 Emiliano Coria, 19 Michele Sutto, 20 Emiliano Caffini, 21 Fabio Semenzato, 22 Mattia Bellini, 23 Maicol Azzolini
Arbitro: Lloyd Linton
Marcatori: 11′ cp. Tovey, 25′ cp. Tovey, 28′ m. Jackson tr. Tovey
Cartellini: 27′ Biagi, 67′ van Schalkwyk

I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →