Guinness Pro 12: Zebre di rimonta su Rovigo

Si è disputata ieri l’amichevole tra i bianconeri e i rossoblù in vista dell’inizio della stagione celtica.

Un tempo sofferto, a rincorrere un Rovigo più in palla, poi nella ripresa però cambia il ritmo e le Zebre si impongono nettamente al Battaglini. Quasi 70 minuti di equilibrio tra il club di Pro 12 e quello d’Eccellenza, poi tre mete nel giro di pochi minuti fanno la differenza e permettono ai bianconeri di ottenere la prima vittoria stagionale.

Inizio in salita per il XV del Nord-Ovest. Dopo un tenuto a Coria le Zebre si ritrovano subito a difendere la rimessa del parmigiano Silva subendo la maul dei rossoblù, in meta con un successivo raccogli e vai. Possesso dei padroni di casa nei primi 5 minuti con i bianconeri a contrattaccare con Van Zyl e Bellini. Dal fuorigioco Biagi e compagni possono giocare la touche in attacco: Azzolini innesca i propri trequarti in un lungo multifase mentre sull’altro fronte al decimo Rovigo può giocare una mischia dopo una touche bianconera controllata male. Indisciplinata la difesa bianconera sulla rimessa in due occasioni prima che il drive veneto superi la linea di meta. Fatica il XV del Nord-Ovest a rendersi pericoloso perdendo il possesso per un in avanti al 17° e subendo ancora il fischio del direttore di gara sull’ingaggio. Buona la difesa sulla terza rimessa rodigina e, dopo un doppio giallo per nervosismo sventolato a Pratichetti e Van Niekerk, Rovigo ferma in modo scorretto l’azione d’attacco. Fabiani gioca la touche nei 22 con la maul che porta il vantaggio ai 10 metri. Nuovo fallo e nuova rimessa che porta in meta il tallonatore laziale con Azzolini che non trasforma da difficile posizione. La difesa delle Zebre concede un altro fallo in ruck al 26° con Basson ad aggiungere tre facili punti al tabellino. Biagi e compagni provano un altro lungo multifase chiuso col fuorigioco rossoblù ma perdono l’ovale in avanti nei 22. Visentin prova con la sua velocità a dare vivacità all’attacco in due occasioni intorno al 30° ma senza bucare la linea avversaria. Ancora indisciplinata la linea difensiva di coach Frati a non permettere buone fasi alle Zebre. Da un ingaggio in mischia chiusa parte una bella azione delle Zebre che mettono alla prova Rovigo vicino alla linea di meta. Arriva così la meta di Semenzato trasformata da Azzolini. Prima dell’intervallo ingaggia bene il pack rossoblù dando a Basson altri tre facili punti nei 22.

Il pubblico s’infiamma ad inizio ripresa con la sfida tra Agbasse e Van Zyl, col sudafricano ad annullare in area di meta bruciando l’ex nazionale U20 allo sprint. La mediana bianconera prova ad innalzare il ritmo con un buon lancio di gioco da touche ma tiene la difesa di casa. Nuovo assalto alla mano dai 22 bianconeri con Meyer a strappare metri ma è Rovigo a rendersi pericoloso al 50°. Fa il suo esordio in bianconero anche il sudafricano Beyers coi padroni di casa efficaci in mischia riportandosi nei 22 delle Zebre. Rubano una rimessa i saltatori bianconeri che riescono a trovare un varco sull’ala opposta con la bella meta del permit Bellini. Beyers trova i primi punti dalla piazzola e da il primo vantaggio alle Zebre al 57° prima che Mitrea ammonisca ancora Parker e Pratichetti per gioco scorretto. E’ il secondo giallo per il romano che viene così espulso. Bianconeri subito sotto pressione in inferiorità numerica: bravo però Toniolatti a fermare un avversario nell’uno contro uno con la difesa di coach Guidi che ruba il possesso. Sull’altro fronte i bersaglieri recuperano il pallone vagante da una rimessa sui 22 e giocano l’azione di rimessa con Maistorovic che s’invola alla bandierina, la meta é trasformata da Mantelli. Reagiscono subito le Zebre vicine alla meta coi propri avanti: Buscema prova intelligentemente a giocare il vantaggio al piede ma non trova Berryman sull’out opposto. Ottima subito dopo la rimessa bianconera che porta in meta il pack con Fabiani dopo una ottima maul. Ancora preciso Beyers a riportare avanti i suoi al 68° minuto prima della splendida meta personale dell’ex Bordeaux con una veloce incursione a 10 dal termine. Rovigo rimette in gioco e Toniolatti cattura l’ovale segnando la sua prima meta stagionale in prima fase portando i suoi oltre il break e chiudendo la contesa. Buscema aggiunge altri due punti trasformando la segnatura. La gara si chiude con le Zebre prima brave a difendere la reazione di Ferro e compagni e poi riproporsi in attacco. Finale dal Battaglini 25-38.

ROVIGO – ZEBRE 25-38
Venerdì 28 agosto, ore 20.00 – Stadio Battaglini, Rovigo
Rovigo: Basson (20′ st. Frati), McCann (28′ st. Menon), Menon (1′ st. Majstorovic, 31′ st. Franchini), Van Niekerk (15′ Pavanello), Agbasse (11′ st. Lubian L), Rodriguez (23′ st. Mantelli), Chillon (35′ pt. Bronzini), Ferro (cap) (28′ pt. Zanini), Lubian E. (1′ st. Bernini), Ruffolo (24′ st. Maran), Parker, Boggiani (11′ st. Riedo), Tenga (35′ pt. Grassotti, 15′ Pepoli), Silva (11′ st. Silvestri), Quaglio (35′ pt. Bordonaro, 15′ st. Balboni)
Zebre: Van Zyl (21’ s.t. Berryman), Di Giulio (21’ s.t. Buscema), Pratichetti, Bellini, Visentin (11’ s.t. Toniolatti), Azzolini (10‘ s.t. Beyers), Semenzato (32‘ s.t. Marinaro); Derbyshire (15’ s.t. Cristiano), Meyer, Mbandà (1’ s.t. Sutto), Ruzza (17’ Caffini), Biagi (cap) (18‘ s.t. Ferrarini), Coria (1‘ s.t. Ceccarelli, 31’ s.t. Coria), Fabiani (26’ D’Apice, 26’ s.t. Fabiani), Postiglioni (1’ s.t. Lovotti, 25’ s.t. De Marchi) (Non entrato: Di Stefano)
Marcatori: 2‘ m Ferro; 14’ m Boggiani tr Basson; 23‘ m Fabiani; 27’ cp Basson; 36‘ m Semenzato tr Azzolini; 40’ cp Basson; 56‘ m Bellini tr Beyers; 63’ m Maistorovic tr Mantelli; 68‘ m Fabiani tr Beyers; 70’ m Beyers; 72‘ m Toniolatti tr Buscema

I Video di Blogo

Video: punto stampa di Conte a Cerignola

Ultime notizie su Guinness Pro14

Tutto su Guinness Pro14 →