Test Match: Ghiraldini “Vincere è cruciale”

Il capitano azzurro parla a poco più di 24 ore dalla sfida di Edimburgo.

Sbarcata ieri sera a Edimburgo da Torino, la Nazionale Italiana Rugby conclude nel pomeriggio, sul prato di Murrayfield, l’avvicinamento al secondo test-match pre-Mondiale contro gli highlanders con il tradizionale Captain’s Run della vigilia.

Si torna in campo domani alle 15.15 locali, le 16.15 in Italia (diretta DMAX canale 52 dalle 16.05), per il venticinquesimo scontro diretto tra la Scozia e gli Azzurri: ultimo precedente assoluto il 12-16 della settimana scorsa all’Olimpico; ultima gara giocata in terra scozzese il 28 febbraio scorso, vittoria italiana nel finale per 19-22.

Per gli uomini di Jacques Brunel è la penultima uscita prima della Rugby World Cup di settembre – sabato prossimo verifica conclusiva a Cardiff contro il Galles – e i gradi di capitano di giornata vanno a Leonardo Ghiraldini, tallonatore alla settantasettesima partita in azzurro che nel pomeriggio guiderà l’ultimo allenamento della settimana.

“E’ una gara importante in prospettiva iridata – ha detto Leonardo Ghiraldini – e dobbiamo affrontarla con la giusta mentalità per portare a casa il risultato. Vincere sarebbe cruciale per dare ulteriore fiducia al gruppo in vista delle sfide che ci aspettano ai Mondiali: a Torino abbiamo fatto vedere buone cose, considerando che era la prima gara di stagione, pagando cara una disattenzione nelle battute finali”.

“In questi giorni – ha proseguito Ghiraldini – abbiamo cercato di concentrarci sui dettagli, migliorare dove non siamo stati a sufficienza efficaci all’Olimpico. Scendiamo in campo con molte novità e con l’obiettivo di mantenere il giusto approccio per tutti gli ottanta minuti”.

“Sei mesi fa esatti – ha detto il capitano azzurro – abbiamo conquistato una grande vittoria a Murrayfield, mi aspetto dal gruppo lo stesso spirito di quella partita. Concentrazione e intensità saranno le chiavi del match: abbiamo una nuova occasione di testare il nostro livello contro un avversario di qualità e non vogliamo lasciarcela sfuggire”.

“La Scozia ha cambiato quattordici uomini nella formazione titolare, anche noi abbiamo una formazione molto diversa da quella della scorsa settimana. Chi andrà in campo vorrà dimostrare ai compagni ed allo staff di essere pronto in vista del Mondiale, si giocherà le proprie carte per influenzare le scelte degli allenatori nelle settimane a venire. C’è grande entusiasmo da parte di tutti noi per la partita di domani, è una tappa importante del nostro avvicinamento alla Rugby World Cup” ha concluso il numero due di Italia e Leicester Tigers.