Liverpool: 55enne tiene tre neonati morti nascosti in un armadio per vent’anni

Un nuovo caso di neonati morti e non denuncati – dopo la vicenda di Villers-au-Tertre e quella di Wenden – è emerso a Liverpool.Bernadette Quirk, 55enne con problemi di alcolismo, ha abortito quattro volte tra il 1985 e il 1995: anzichè chiamare i soccorsi e dare una sepoltura ai piccoli cadaveri, la donna li ha


Un nuovo caso di neonati morti e non denuncati – dopo la vicenda di Villers-au-Tertre e quella di Wenden – è emerso a Liverpool.

Bernadette Quirk, 55enne con problemi di alcolismo, ha abortito quattro volte tra il 1985 e il 1995: anzichè chiamare i soccorsi e dare una sepoltura ai piccoli cadaveri, la donna li ha avvolti in carta di giornale, li ha chiusi in sacchetti di plastica e li ha risposti in un armardio.

Ha continuato a portarli con sé di casa in casa, per anni, fino a quando una delle sue figlia ha fatto la macabra scoperta.

Tre corpicini era ancora chiusi nei sacchetti, mentre un quarto era stato sepolto illegalmente in un cimitero.

La donna ha dichiarato che le quattro bambine erano nate morte, ma gli inquirenti hanno dei dubbi su questo: i test effettuati, però, non sono riusciti a stabilire le cause dei decessi.

La Quirk è sotto processo per non aver denunciato le nascite: la sentenza è attesa per il prossimo 11 ottobre.

Via | Liverpool Echo