Australia: tra Quade Cooper e Tolone ci sono le Olimpiadi?

Sembrava fatto il passaggio dell’apertura wallabie al club francese. Ma ora l’Aru rilancia e punta su Rio 2016.

Rischia di diventare uno dei tormentoni dell’estate ovale. Quade Cooper, apertura dei Queensland Reds e dell’Australia, sembrava ormai a un passo dal Tolone, dopo che la franchigia australiana aveva annunciato il fallimento delle trattative per rinnovare il contratto.

Tutto finito? No, perché secondo la stampa australiana sarebbe intervenuta direttamente l’Aru, la Federazione wallabie, per convincere il giocatore a restare in Patria. E sul piatto, non potendo competere con le offerte economiche dei francesi, ha messo un jolly succulento. Il rugby 7s e una convocazione in vista delle Olimpiadi di Rio 2016.

Che a Cooper l’idea di partecipare alle Olimpiadi non dispiaccia si sa da tempo. Per un giocatore come lui la vetrina olimpica sarebbe il massimo, lo porterebbe a un livello di fama ancora più alto e gli permetterebbe di chiudere un cerchio sportivo che comprende il rugby a XV e il pugilato. Basterà il sogno olimpico a chiudere la porta di Tolone?