Tbilisi Cup: Italia Emergenti, che sorriso con la Georgia

Bella vittoria degli azzurri nella seconda giornata della coppa che si disputa a Tbilisi.

Una vittoria che vale tantissimo. Perché arriva dopo giorni difficili per il rugby italiano, perché arriva dopo il pesante ko (25-0) contro l’Irlanda Emergenti, perché vincere per dei ragazzi alle prime esperienze internazionali è importante. E, soprattutto, per scacciare quei fantasmi apparsi dopo che la Georgia aveva superato l’Italia nel ranking mondiale.

La classifica delle nazioni più forti al mondo vede, infatti, la nazionale di Tbilisi 14°, mentre gli azzurri di Jacques Brunel sono 15°. Ebbene, a Tbilisi l’Italia Emergenti ha superato proprio la Georgia per 26-10, con mete di Marinaro e Mbandà, mentre è il piede di Canna a completare il gap. Una vittoria che racconta un’altra storia rispetto a quella del ranking e che conferma che la classifica mondiale conta, ma non racconta sempre la realtà.

Domenica gli azzurri concluderanno l’avventura alla TbilisiCup nella terza ed ultima partita del torneo contro l’Uruguay che, come la Georgia, sta disputando la competizione con la prima squadra per preparare al meglio il mondiale in Inghilterra. La partita contro i sudamericani è in programma alle 17 locali (15 in Italia).

La formazione di Casellato si difende bene e riesce a sbloccare il risultato con un calcio piazzato di Carlo Canna al 5′ del primo tempo. La replica dei padroni di casa arriva tre minuti più tardi con Malaghuradze che da oltre trenta metri centra i pali e riporta il risultato in parità. L’Italia regge bene la fisicità degli avversari e concede loro pochi spazi per il contrattacco.

Gli azzurri al rientro in campo si portano subito in vantaggio con un drop di Canna che sorprende la difesa georgiana e riporta in vantaggio i suoi. I padroni di casa cercano subito la reazione e vanno a pochi centimetri dalla meta, ma la difesa italiana regge bene l’urto e rimanda la minaccia al mittente. La squadra di Casellato gioca bene e al minuto 18 della ripresa riesce ad andare in meta con Marinaro dopo una grande azione corale. Canna trasforma e porta i suoi sul 13-3.

A peggiorare le cose per la Georgia arriva il cartellino giallo di Gorgadze e l’Italia ne approfitta: Canna allunga il divario con un calcio piazzato, poi Mbanda’ iscrive il suo nome nel tabellino realizzando la seconda meta di giornata che il solito numero 10 azzurro completa con la trasformazione portando i suoi sul 23-3 al 24′ della ripresa.

Nel finale di partita Canna conferma la sua abilità sui calci piazzati e incrementa il suo score personale portando i suoi sul 26-3 al minuto 82. Nel recupero i padroni di casa limano il passivo con una meta di Pikrishvili che viene poi trasformata da Tsiklauri e che inchioda il risultato sul 26-10 in favore dell’Italia.

Felice del risultato è Umberto Casellato che a fine partita ha dichiarato: “Abbiamo fatto tesoro degli errori contro l’Irlanda e siamo stati più incisivi in attacco. Abbiamo studiato gli avversari con tutto lo staff e la squadra è stata brava a mettere in campo tutto quello che abbiamo provato negli allenamenti. Mi è piaciuta la disciplina tattica mostrata dall’Italia in campo”.

Georgia v Italia Emergenti 10-26
Georgia: Aptsiauri; Giorgadze, Talakhadze (14′ s.t. Tziklauri), Mtchedlidze, Khutsishvili; Malaghuradze (13′ p.t. Pruidze), Khutsishvili; Bitsadze, Gorgadze, Shubitidze (31′ p.t. Giorgadze); Chkhaidze (17′ s.t. Mikautadze), Datunashvili (cap) (16′ s.t. Mikautadze); Mirtskhulava, Maisuradze, Peikrishvili
Italia Emergenti: Chiesa (cap); Guarducci, Benvenuti, Quartaroli, Di Giulio; Canna, Marinaro (36′ s.t. Parisotto); Mbandà, Caffini, Negri (36′ s.t. Amenta); Gerosa (25′ Zdrilich), Ruzza (30′ s.t. Corazzi); Di Stefano (9′ s.t. Ceccarelli), Fabiani (32′ s.t. Bigi), Zani (4′ st. Naka)
Arbitro: Westhuizen (RSA)
Marcatori: p.t. 5′ Canna c.p. (0-3); 8′ Malaghuradze c.p. (3-3); s.t. 3′ Canna drop (3-6); 18′ m. Marinaro tr. Canna (3-13); 22′ Canna c.p. (3-16); 24′ Mbanda’ m. Canna tr. (3-23); 42′ Canna c.p. (3-26); 46′ Peikrishvili m. tr. Tsiklauri (10-26)
Cartellini: 21 s.t. giallo Gorgadze (Georgia)

I Video di Blogo

Video: punto stampa di Conte a Cerignola