Torneo islamico: la finale finisce in rissa

Si è disputata in Malesia la Crescent Cup, il primo torneo internazionale islamico di rugby. Ma il finale è stato da dimenticare.

Un torneo tra nazioni islamiche. Una delle tante idee ‘strane’ che si formano nelle menti della gente nel mondo, ma tant’è. La notizia non è questa, sinceramente non ne avremmo sentito la necessità di parlarne. Ma la finale della Crescent Cup, torneo che ha visto in campo la Malesia, l’Algeria, l’Iran, il Libano, l’Uzbekistan e il Kazakhstan, ha fatto parlare di sè. Per una megarissa finita con diversi feriti.

A sfidarsi erano i padroni di casa e l’Algeria, ma a un certo punto il match è degenerato e quello che doveva essere un torneo di “amicizia tra i popoli islamici” si è trasformato in un campo di guerra. Il risultato sono stati una decina di giocatori per squadra ricoverati per fratture e ferite, mentre uno degli arbitri ha subito la perdita di diversi denti, oltre a varie altre ferite.

Ma la rissa non ha coinvolto solo i giocatori e gli arbitri, ma a un certo punto i beniamini delle due squadre sono stati supportati in campo dai tifosi, entrati in campo a picchiare i giocatori avversari.