Mondiali juniores: l’Italia lotta, ma è Baby Bokke

Si è appena conclusa a Calvisano la sfida d’esordio degli azzurrini contro i forti sudafricani.

Parte subito di fisico il Sud Africa che con il primo ovale mette in scena una maul devastante che guadagna almeno 30 metri. Ma l’Italia reagisce e recupera palla obbligando i Baby Bokke al fallo. Insistono, però, gli ospiti, che non sono precisi e i primi minuti passano senza grossi rischi per gli azzurri. Italia che placca bene, muove l’ovale molto al piede, si porta nei 22 sudafricani, ma un fuorigioco impedisce agli azzurri di tentare la via della meta al 9′. All’11’ prende l’ovale Agbasse e fa una lunghissima corsa sull’ala, si fa quasi tutto il campo e schiaccia tra i pali per il vantaggio azzurro. Italia che insiste con una difesa coraggiosa, Sud Africa che preme sull’acceleratore e, così, al quarto d’ora arriva la meta di Merwe su una touche che porta i Baby Bokke avanti 7-5. Azzurri che sbagliano troppo in touche, lasciano il pallino agli ospiti che vanno vicinissimi alla meta, ma perdono l’ovale proprio all’ultimo.

Insiste il Sud Africa, preme nei 22 azzurri, Italia che però difende bene nonostante i problemi in mischia e touche. E’ un’Italia che sfida i Baby Bokke senza paura, gli azzurri provano a mettere in difficoltà gli avversari, anche se soffre le accelerate dei sudafricani. Al 33′ fallo pericoloso di Davide Zanetti e cartellino giallo per la seconda linea azzurra. E subito arriva la meta di mischia del Sud Africa che così allunga. La meta che rischia di tagliare le gambe all’Italia arriva due minuti dopo. Confusione palla in mano degli azzurri sotto pressione, ovale che rimbalza verso l’area di meta e il primo ad arrivarci è Liebenberg che marca la terza meta. Italia in confusione, errori banali palla in mano e azzurri che sembra abbiano finito la benzina dopo aver retto mezz’ora alla pari con il Sud Africa, ma sono stati abbattuti dal giallo e dalle due mete in sequenza.

Confusione dell’arbitro a inizio ripresa. Pessimo calcio d’avvio sudafricano, non fa 10 metri, Snyman raccoglie l’ovale, gli azzurri si fermano, ma l’arbitro fa giocare e la seconda linea va in meta, per poi però annullare tutto. Soffre, però, l’Italia in mischia e ancora in inferiorità numerica, anche se il Sud Africa commette tanti in avanti e azzurri che evitano il crollo. Così passa il tempo con nessuna delle due squadre che si rende pericolosa e Italia che torna a giocare quasi alla pari con i Baby Bokke. Si entra nell’ultimo quarto e al 65′ arriva la quarta meta dei Baby Bokke, ancora una volta da touche e maul. Italia che ora cerca di limitare i danni, mentre il Sud Africa vuole mettere i puntini sulla i dopo una partita vinta nettamente nel punteggio, ma soffrendo più del dovuto. Al 74′ giallo a Snyman per fallo su uomo in aria. Ma c’è ancora tempo per l’ultima meta sudafricana che fissa il punteggio sul 33-5, mentre l’Italia perde D’Onofrio per giallo.

ITALIA – SUD AFRICA 5-33
Martedì 2 giugno, ore 20.30 – Stadio San Michele, Calvisano
Italia: 15 Giacomo De Santis, 14 Yannick Agbasse, 13 Pietro Lamaro, 12 Matteo Gabbianelli, 11 Tommaso Beraldin, 10 Maicol Azzolini, 9 Matteo Ferrari, 8 Matteo Cornelli, 7 Jake Polledri, 6 Marco Lazzaroni, 5 Ugo D’Onofrio, 4 Davide Zanetti, 3 Andrea Cincotto, 2 Luhandre Luus, 1 Paolo Buonfiglio
In panchina: 16 Edoardo Ferraro, 17 Federico Pavesi, 18 Dino Dallavalle, 19 Samuele Ortis, 20 Matteo Archetti, 21 Riccardo Raffaele, 22 Matteo Minozzi, 23 Luca Sperandio
Sud Africa: 15 Warrick Gelant, 14 Khano Ngcukana, 13 Daniel du Plessis, 12 JT Jackson, 11 Leolin Zas, 10 Brandon Thomson, 9 Ivan van Zyl, 8 Hanro Liebenberg, 7 Jean-Luc du Preez, 6 Rikus Bothma, 5 RG Snyman, 4 Abongile Nonkontwana, 3 Thomas du Toit, 2 Jan Van der Merwe, 1 Ox Nche
In panchina: 16 Joeseph Dweba, 17 Njabulo Gumede, 18 Frans van Wyk, 19 Jason Jenkins, 20 Daniel du Preez, 21 Marco Janse Van Vuuren, 22 Tinus de Beer, 23 Malcolm Jaer
Marcatori: 11′ m. Agbasse, 15′ m. Merwe tr. Thomson, 35′ m.t. tr. Thomson, 37′ m. Liebenberg tr. Thomson, 65′ m. Bothma, 78′ m. Wyk tr. Beer
Cartellini gialli: 33′ Zanetti, 74′ Snyman, 78′ D’Onofrio