Scherma | Arianna Errigo contro il suo “maestro” in fuga: “Mi ha presa in giro”

Arianna Errigo si sfoga su Facebook contro il suo, ormai ex, maestro Giovanni Bortolaso. La schermitrice italiana, medaglia d’argento individuale e d’oro a squadra nel Fioretto a Londra 2012, affonda la stoccata contro l’ennesimo tecnico azzurro in fuga. Stefano Cerioni ha accettato l’offerta della Federazione Russa, ma non è l’unico maestro italiano che spinto dai

di

Arianna Errigo si sfoga su Facebook contro il suo, ormai ex, maestro Giovanni Bortolaso. La schermitrice italiana, medaglia d’argento individuale e d’oro a squadra nel Fioretto a Londra 2012, affonda la stoccata contro l’ennesimo tecnico azzurro in fuga. Stefano Cerioni ha accettato l’offerta della Federazione Russa, ma non è l’unico maestro italiano che spinto dai rubli (ormai diventati dollari sonanti) a cambiare aria. Bortolaso, che aveva già lasciato Como per accasarsi in Germania nel centro di Tauber a plasmare giovani schermitori tedeschi, lo seguirà.

Il secondo “tradimento” non è andato giù ad Arianna. La Errigo è cresciuta nella scuola comasca di Bortolaso, aveva compreso il passaggio in Germania del suo mentore, ma nel frattanto si era prodigata per trovare gli appoggi “politici” e di conseguenza i fondi per riportarlo nel Belpaese. La scoperta che nel frattanto, senza dirle nulla, Bortolaso si stava accordando con i russi è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Lo sfogo è quello di una ragazza giovane ed impetuosa, non soltanto in pedana:

Incassare una delusione è una di quelle cose che non riesco a mandare giù facilmente, a maggior ragione se nell’ambito dei rapporti umani. Dopo essermi prodigata a trovare accordi, sponsor (anche non personali) con la federazione e la società, per creare le condizioni per il suo rientro in Italia (più volte e a più riprese aveva espresso direttamente a me e ad altri il desiderio di ritornare!) dopo l’esperienza in Germania, mi sono sentita presa in giro, quando ho saputo che quella persona (cui ho dato tanto e con cui, al di là del fattore sportivo, si era creato un legame) aveva occultamente avviato e chiuso la trattativa con un’altra federazione. Desideravo solo chiarezza. Nient’altro.

Secondo la Errigo Bortolaso avrebbe anche fatto il “doppio gioco”, mostrando ad altre persone dell’ambiente alcune conversazioni private intercorse fra i due per cercare di spiegare il perché della sua scelta di accettare l’offerta russa mentre la sua (vincente) atleta cercava in tutti i modi di aiutarlo a tornare:

Come se ciò non bastasse, ha ben pensato di peggiorare la cosa, facendo leggere le nostre conversazioni private ad alcuni suoi colleghi, con la speranza – nella sua idea iniziale, probabilmente – di trovare (maldestramente, però) una giustificazione al suo comportamento e di screditarmi agli occhi degli altri.

La rabbia è tanta, senza paura Arianna ha deciso di non cercare un nuovo maestro e di affrontare da sola la preparazione, “una sfida anche questa, come è la vita“. L’obiettivo è la vendetta, sportiva:

Ci rivediamo presto.
Ti auguro ciò che ti meriti!

Quando le fiorettiste italiane incontreranno quelle russe allenate dagli ex mentori il duello in pedana non varrà soltanto una vittoria o una medaglia.

I Video di Blogo