Elezioni 2013 – Rai Parlamento – Conferenza Stampa Partito Democratico, Dario Franceschini

L’intervista al deputato del Pd.

22.25 Sulle dimissioni del Papa:

Io penso abbia messo in campo un gesto di umanità straordinaria.

22.25 Anche i soldi provenienti dal recupero dell’evasione fiscale serviranno, secondo il democratico, ad aiutare chi non ha reddito.
22.23 “Il democratico ribadisce la volontà di spendere 10 miliardi per pagare i debiti delle imprese”
22.20 Franceschini annuncia che il Pd metterà le prime risorse disponibili per aiutare chi non ha reddito. L’indennità di disoccupazione, da coprire con la patrimoniale e i tagli alla spesa pubblica.
22.19 “Il messaggio che dà la destra arriverà soltanto con il ritorno della crescita e dello sviluppo. E quindi nel frattempo arrangiatevi”.

22.16 Domanda: “Perché il Pd non ha sfondato, perché non va oltre il 35%?” Risposta: “Siamo in uno scenario nuovo, con quattro contendenti. In Europa comunque tutti i partiti maggiori sono intorno al 30%. Io penso che dovremmo parlare ad un campo più vasto del nostro”.
22.14 Franceschini definisce da “fanta horror” lo scenario del ritorno al governo delle Gelmini.
22.13 Franceschini ricorda che il Pd ha dimezzato i rimborsi elettorali.
22.13 Poi ragiona:

Chiunque non vota noi, avvantaggia Berlusconi, perché nessuno degli altri simboli può battere Berlusconi e la destra.

22.12 Franceschini spiega la legge elettorale:

Chi prende anche un solo voto in più ha la maggioranza dei seggi. Tutti gli altri si dividono i resti.

22.11 “Ovunque vado mi dicono che i leader della destra in strada non ci sono”. Poi aggiunge:

Bisogna far capire alle persone che il voto non va sprecato.

22.10 Ancora contro Berlusconi:

Ha superato ogni limite. Ci si può aspettare di tutto da lui.

22.07 Franceschini sottolinea che Renzi è saldamente al fianco di Bersani.

Lavoreremo come una squadra anche dopo le elezioni, seguendo le indicazioni del capitano.

22.06 “Noi non facciamo proposte shock. Diciamo quello che vogliamo fare. Non facciamo colpi di teatro”.

22.02 Il lavoro. Franceschini spiega che il lavoro precario è un problema da prendere di petto.

Bisogna fare in modo che il lavoro precario costi di più all’imprenditore. Con la riforma Fornero è stato fatto qualche passo in avanti, ma a metà.

22.00 “Sono orgoglioso di essere alleato con Vendola”.
21.59 Franceschini associa il comportamento di Monti con quello di Berlusconi per quanto concerne le dichiarazioni pubbliche e le successive smentite.
21.58 Quindi cita alcuni temi, come la libertà di stampa e il conflitto di interessi, che dovrebbero appartenere a tutti.

21.57Si deve smettere col clima di rissa continua, ma bisogna capire che in qualsiasi ruolo si può fare il bene del Paese“.
21.56 Il democratico:

Grillo è una cosa, gli elettori che lo votano sono un’altra. E hanno mille ragioni per votarlo. E’ chiaro a tutti che non è un partito a lungo termine

21.53 Francheschini spiega che per eleggere i presidenti della Camera si dovrà valutare il tipo di maggioranza acquisita dalle urne.
21.51 Franceschini distingue tra problemi strutturali ed altri che si possono risolvere anche nei primi due mesi di governo. Tra le soluzioni proposte c’è quella di “allentare il patto di stabilità per aiutare i Comuni a far aiutare le imprese”.
21.49 Franceschini critica chi durante la campagna elettorale ha proposto i tagli di tasse. Da Monti a Berlusconi (“fuoriclasse della bufala”), passando per Grillo.

21.47 Inizia la conferenza stampa del deputato del Pd Dario Franceschini.

Su Rai 2 tra pochissimi minuti Dario Franceschini, deputato del Partito Democratico, sarà il protagonista della conferenza stampa. Modera Luca Mazzà. PolisBlog seguirà in diretta tutta l’intervista.

Foto | Getty Images