Omicidio Gianguerino Cafasso: riesumata la salma, già effettuati gli esami

Lo scorso 21 luglio il gip Renato Laviola del Tribunale di Roma ha accordato una nuova perizia medico-legale sul corpo di Gianguerino Cafasso, il pusher dei viados coinvolto nello scandalo Marrazzo, trovato morto il 12 settembre scorso in una stanza d’albergo alla periferia di Roma.A richiedere la nuova perizia, al termine dell’incidente probatorio, erano stati


Lo scorso 21 luglio il gip Renato Laviola del Tribunale di Roma ha accordato una nuova perizia medico-legale sul corpo di Gianguerino Cafasso, il pusher dei viados coinvolto nello scandalo Marrazzo, trovato morto il 12 settembre scorso in una stanza d’albergo alla periferia di Roma.

A richiedere la nuova perizia, al termine dell’incidente probatorio, erano stati i legali dei tre indagati per la morte di Cafasso, i carabinieri Luciano Simeone e Carlo Tagliente e il maresciallo Nicola Testini, tutti e tre accusati di omicidio premeditato aggravato.

Ieri la salma di Cafasso è stata riesumata e il professore Giovanni Arcudi, docente all’Università di Tor Vergata di Roma, ha potuto effettuare i prelievi dei liquidi biologici.

I risultati della perizia, che deve servire a chiarire una volta per tutte le cause del decesso di Cafasso, saranno presentati il prossimo 28 settembre davanti al Gip Laviola.

In quella sede le accuse per i tre militari potrebbe cadere o essere confermate.

Via | La Voce D’Italia

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →