Eccellenza: l’Emilia ovale torna a sorridere

Con la vittoria dei Lyons Piacenza torna nel massimo campionato di rugby una regione storica della palla ovale.

Si sposta (ancora) un po’ più a est la geografia rugbistica italiana dopo la finale di Serie A vinta dai Lyons Piacenza contro il Pro Recco. Con la retrocessione del Prato e la promozione degli emiliani, infatti, sono sei le squadre che si possono definire del Nord-Est a competere nel massimo campionato italiano di rugby.

L’anno prossimo, infatti, l’Eccellenza sarà composta da: Rovigo, Calvisano, Mogliano, Fiamme Oro, San Donà, Viadana, Petrarca Padova, Lazio; L’Aquila e Lyons Piacenza. Non solo uno spostamento a est, ma anche il ritorno di una regione storica del rugby italiano nell’eccellenza ovale. Con la scomparsa dei Crociati prima e la retrocessione del Reggio Emilia un anno fa, infatti, l’Emilia-Romagna aveva perso una sua rappresentante nel massimo campionato italiano dopo anni.

Per Piacenza, invece, un ritorno nel massimo campionato dopo un’attesa durata 22 anni, dal 1993, ultimo anno dei Lyons nella “eccellenza” ovale italiana. Per Recco, invece, quella di ieri è stata una nuova delusione dopo la semifinale promozione persa un anno fa, anche quella volta contro il Piacenza.


Foto: Lyons Piacenza