Rai Parlamento – Conferenza Stampa Fare per Fermare il Declino – Michele Boldrin: “Berlusconi è un fallito, Monti cambia orientamento in base ai sondaggi”

Il live della conferenza stampa di Fare per Fermare il Declino a Rai Parlamento.

21:43 fine trasmissione.

21:39 Boldrin: “10 milioni di rimborso per i partiti”. Sugli altri candidati: “Non so con chi ci potrebbe essere sintonia. In tutti i partiti, c’è gente che vuol cambiare”. Sul Movimento 5 Stelle: “Non c’è dubbio che il M5S sia un fattore di laicità. Ha fatto saltare su un terzo dell’elettorato, l’appartenenza ideologia. La gente ora vota sui problemi”. Su Monti: “Monti cambia orientamento in base ai sondaggi. Tappare le falle a botta di tasse, bastare tagliare stipendi a cominciare dal consiglio dei Ministri e i 4 miliardi dell’Imu li recuperava in 3 mesi”. Sull’Imu: “Non siamo demagoghi. Noi vogliamo togliere l’Irap”. Sulla Lega: “La proposta di Marona è aria fritta. Demagogia leghista”.

21:38 Boldrin sui giovani: “Stiamo facendo proposte per salvare il loro futuro. I giovani devono avere il coraggio di dire: “Voglio un paese che mi dia speranze”.

21:36 Boldrin sulla fuga di cervelli: “La gente come me non torna in Italia per 30.000 euro in più. Il paese non si rende conto che l’Italia perde talenti di tutti i tipi. Prendiamo il 30-40% dei migliori, per questo il paese non cresce. Le università devono essere indipendenti. In 10 anni, i cervelli non fuggono e ne vengono altri dall’estero”.

21:34 Boldrin sui sindacati: “Sono organizzazioni che fanno lobby in senso buono, fanno i loro interessi”.

21:33 Boldrin: “Introdurre un sussidio di disoccupazione valido per tutti i cittadini è liberista, dadaista o pragmatista? E’ normale, è una cosa di buon senso”.

21:31 Boldrin sull’articolo 18: “Il mercato del lavoro è diventato una naja. Il sistema va bilanciato: servono forme di contratto unico”.

21:29 Boldrin sulla spesa pubblica: “Tagliare le spese dello Stato che non sono utile ai cittadini non grava. La buona politica non fa per forza felici tutti. Non è vero che facendo tagli alle spese, aumenta la disoccupazione”.

21:25 Boldrin sull’industria: “Noi pensiamo che molte delle cose che sono sul piano di Confindustria vanno benissimo ma io preferivo lo Squinzi di un anno fa che voleva un cambio esplicito tra industria e Stato”.

21:23 Boldrin sulla non candidatura: “E’ molto semplice. Non mi posso mettere in aspettativa. Ho una carriera trentennale negli Stati Uniti. Io nel partito contribuisco con idee”.

21:21 Boldrin su Renzi: “Con Renzi, il rapporto col PD sarebbe stato diverso. Il suo programma economico somiglia molto al nostro. Tuttora molti “renziani” hanno firmato il nostro programma”.

21:19 Boldrin sulle alleanze: “Quando siamo partiti col progetto, molti degli aderenti di Italia Futura firmarono spontaneamente. Abbiamo parlato con loro per un po’ ma loro non volevano scegliere un leader che veniva dalla società civile, non volevano primarie, volevano gente famosa in lista…”.

21:16 Boldrin: “Lo Stato non deve gestire aziende. Lo Stato è un pessimo azionista”.

21:13 Boldrin: “Il governo Monti non ha tentato nessuna dismissione. Anzi, ha creato la Banca del Sud”.

21:10 Boldrin: “Berlusconi è platealmente un fallito. Chi ha fallito deve farsi da parte”.

21:09 Boldrin riguardo la sua lista: “Le etichette ci danno fastidio. Il problema italiano non è di formule e ricette ma di capacità e volontà politica. Questa classe politica ha fallito. Noi chiediamo agli italiani di rimuovere questa classe politica”.

21:04 inizio trasmissione. In studio è presente Michele Boldrin e non Oscar Giannino come erroneamente scritto nel post di presentazione. Anche Boldrin risponderà alle domande di 4 giornalisti. Parte un servizio dedicato agli obiettivi della lista Fare per Fermare il Declino.

Dopo il primo appuntamento di ieri, al quale hanno partecipato Francesco Storace, leader de La Destra, partito alleato con Il Popolo della Libertà, Magdi Cristiano Allam, che si presenta alle elezioni da autonomo con il partito Io amo l’Italia, e Franco Cuccureddu, di Grande Sud – MPA, stasera, alle ore 21 su Rai 2, tornano le conferenze stampe di Rai Parlamento.

Stasera, tra i leader che si presenteranno alle prossime elezioni politiche, ci sarà il candidato premier Oscar Giannino. Polisblog seguirà in diretta l’intera conferenza stampa del leader di Fare per Fermare il Declino, riportando tutte le dichiarazioni.

Foto | © Getty Images