Torino: Hasna Beniliha sfregiata con acido muriatico. Arrestato il 23enne Abderrahim Soufi

E’ stato rintracciato ieri il giovane marocchino che giovedì scorso, a pochi passi dal centro di Torino, ha aggredito una sua connazionale di 19 anni, Hasna Beniliha, con un getto di acido muriatico.Lui si chiama Abderrahim Soufi, ha 23 anni e, stando ad una prima ricostruzione, ha agito perchè la giovane aveva respinto le sue


E’ stato rintracciato ieri il giovane marocchino che giovedì scorso, a pochi passi dal centro di Torino, ha aggredito una sua connazionale di 19 anni, Hasna Beniliha, con un getto di acido muriatico.

Lui si chiama Abderrahim Soufi, ha 23 anni e, stando ad una prima ricostruzione, ha agito perchè la giovane aveva respinto le sue avances.

Così si è armato della sostanza corrosiva e l’ha pedinata. Dopo pochi giorni di indagini le autorità sono riuscite a rintracciarlo.

Ora Soufi deve rispondere all’accusa di lesioni gravissime con le aggravanti dell’uso di sostanza corrosiva, della probabile perdita di un organo da parte della vittima, dello sfregio permanente e della premeditazione.

E’ accusato anche di lesioni gravi nei confronti delle altre tre persone raggiunte dagli schizzi – una donna anziana e suo figlio, italiani, e un uomo marocchino, sulla cinquantina – che hanno riportato ustioni meno gravi.

Mentre il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Asti, Hasna Beniliha è ancora ricoverata in prognosi riservata al Cto di Torino. Rischia di perdere un occhio.

Via | CronacaQui Milano