NBA: altro infortunio per Love, frattura alla mano destra

La sfortuna non abbandona il lungo dei Minnesota Timberwolves. Nella partita contro Denver, si rompe nuovamente la mano destra e dovrà stare fuori per alcune settimane.

L’anno scorso si dava la colpa alle partite troppo ravvicinate, quest’anno il calendario è regolare, ma gli infortuni stanno continuando a condizionare la stagione NBA. Alcuni big, come Nowitzki e Stoudamire, sono appena rientrati dai rispettivi problemi fisici, altri sono ancora fuori e stanno pagando il conto con la sfortuna. Tra questi c’è anche il nostro Andrea Bargnani, anche se Toronto sta andando decisamente meglio senza di lui.

Per ora, la palma del giocatore più sfortunato della stagione, tuttavia, va a Kevin Love. La stella dei Minnesota Timberwolves ha subito un nuovo infortunio, frattura alla mano destra, nel corso della partita di giovedì notte contro i Denver Nuggets di Danilo Gallinari. Solo ieri, tuttavia, è stata resa nota la notizia del nuovo stop, dopo gli esami del caso, ed il lungo sarà costretto a restare nuovamente a bordo campo, per alcune settimane.

Love era dovuto restare fuori per tre settimane ad inizio stagione, per il primo infortunio alla mano, rientrando solamente a novembre con una media di 18.3 punti e 14 rimbalzi in 18 partite disputate. Adesso non si conoscono ancora i tempi definitivi di recupero, ma verranno resi noti, solamente dopo l’esame da uno specialista a New York. Di certo, visto che si tratta di una ricaduta, non saranno brevissimi.

I suoi Timberwolves, con anche Ricky Rubio non al meglio, hanno un bilancio di 15 vittorie e 15 sconfitte e battagliano per un posto nei playoff ad Ovest. E’ una delle squadre giovani (e più divertenti) con maggiore futuro dell’intera NBA, non ancora pronti per il titolo, ma sicuramente, senza questi problemi fisici, avrebbero un record migliore e darebbero fastidio anche a tutte le grandi.

Foto | © Getty Images

Ultime notizie su NBA - Basket

Tutto su NBA - Basket →