Micro sisma ieri a Roma, campanello d’allarme

Praticamente nessuno la ha avvertita. Qualcuno addirittura crede che sia una trovata pubblicitaria per l’uscita del film “Angeli e Demoni”, fatto sta che ieri pomeriggio a Roma, una scossa di magnitudo 2.1 con epicentro proprio sotto Castel Sant’Angelo, è stata registrata. Naturalmente non ci sono stati danni, ma la notizia è sufficiente per mettere in


Praticamente nessuno la ha avvertita. Qualcuno addirittura crede che sia una trovata pubblicitaria per l’uscita del film “Angeli e Demoni”, fatto sta che ieri pomeriggio a Roma, una scossa di magnitudo 2.1 con epicentro proprio sotto Castel Sant’Angelo, è stata registrata. Naturalmente non ci sono stati danni, ma la notizia è sufficiente per mettere in allarme le autorità, dato che domani si terrà anche il cocktail celebrazione “Aspettando la Mille Miglia”, proprio sulla terrazza dell’Angelo.

Su tutti si è fatto sentire Francesco Giro, sottosegretario di Stato ai Beni e alle attività culturali, oggi al castello per un sopralluogo. “La scossa non ha prodotto alcun danno, ma il monumento appare in più punti degradato – ha dichiarato Giro – Castel Sant’Angelo è un monumento composito in cui si sovrappongono archeologia romana e architettura rinascimentale, con la parte romana che spolvera, ovvero perde pezzi di continuo. Negli anni abbiamo fatto interventi con calce e additivi per consolidare la struttura, ma dovremmo spendere più risorse attingendo dai fondi del polo museale, investendoli in opere di restauro a cominciare dal Colosseo e Castel Sant’Angelo, senza dimenticare le opere minori”. Così Giro ha proposto di fare “un crono-programma condiviso con l’amministrazione del territorio. Proprio perché la scossa è un fenomeno raro, comincio a preoccuparmi. Ci sono cose anomale e ciò deve indurre noi che abbiamo funzioni di tutela, a interventi sui nostri monumenti”.

Fonte Messaggero.it