Italia: valzer di panchine eccellenti e celtiche

Mentre ci si avvicina alla fine della stagione iniziano a girare voci e conferme sul futuro di diversi allenatori.

Dal Calvisano al Petrarca Padova, passando per le Fiamme Oro, le nazionali juniores e, infine, le Zebre. Sono diverse le panchine che cambieranno proprietario alla fine di questa stagione e le voci che rimbalzano stanno ridefinendo (aspettando i comunicati ufficiali) la geografia degli allenatori italiani.

Iniziamo da quella che, ormai, appare una certezza. Ne avevamo parlato noi per primi già a fine novembre e, ora, tutti lo danno come dato acquisito: il nuovo allenatore delle Zebre sarà Gianluca Guidi, attuale tecnico del Calvisano. Insomma, la franchigia federale potrebbe diventare privata a breve (ne sapremo di più tra pochi giorni), ma la guida tecnica seguirà uno schema già ben conosciuto. Come per Andrea Cavinato prima, anche Gianluca Guidi vanta una lunga militanza sulle panchine juniores azzurre e, poi, l’approdo a Calvisano, da dove spiccherà il volo per la Guinness Pro 12.

E parlando di Cavinato, dopo le dimissioni dalle Zebre il suo prossimo approdo appare essere quello di Padova. Dal Petrarca in questi giorni, infatti, sono diversi gli spifferi che parlano di un accordo tra il tecnico trevigiano e i tuttineri, con l’attuale coach Moretti che dovrebbe finire ad allenare una nazionale juniores. Cavinato si era proposto fin da subito al Petrarca e, ora, sembra che l’accordo sia stato trovato.

Parlando di nazionali juniores, probabile l’addio di Massimo Brunello dall’Italia Under 18. Anche qui le voci sono ormai insistenti e appare quasi certo che il tecnico sostituirà Gianluca Guidi alla guida del Calvisano. Infine, come già scritto, potrebbe lasciare le Fiamme Oro Pasquale Presutti, con Eugenio Eugenio che sarebbe in trattative per andare a Roma.


Foto | Elena Barbini