Eccellenza: i Cavalieri Prato perdono la Cittadella

Il Tar ha respinto il ricorso del club di Prato contro la rescissione del contratto da parte del Comune.

Un altro ko, un’altra sconfitta. Ma, questa volta, non sul campo da gioco, dove i Cavalieri Prato in questa stagione hanno raccolto 16 sconfitte consecutive, ma in tribunale. Il Tar, infatti, ha respinto il ricorso presentato dai Cavalieri contro il Comune per tornare in possesso della Cittadella dello sport.

Tutto nasce, come noto, con i problemi economici del club e dal mancato pagamento da parte dei Cavalieri di tre rate del mutuo da 2,3 milioni di euro di contratto – come si legge su La Nazione – con la Banca Popolare di Vicenza, che nell’agosto e nel dicembre dell’anno scorso ha girato le richieste di pagamento al Comune di Prato come fideiussore. Di fronte all’evidente inadempienza della società il Comune ha rescisso il contratto che lo legava dal 2011 con i Cavalieri, prendendo pieno possesso della Cittadella di Iolo.

Una scelta obbligata e scontata, ma cui i Cavalieri Prato si sono opposti facendo ricorso al Tar, chiedendo la sospensiva cautelare della rescissione del contratto. Ma ieri è arrivata la sentenza del Tar, che ha dato ragione al Comune e confermato la rescissione. Insomma, ufficialmente la Cittadella del rugby di Iolo non è più dei Cavalieri Prato, ma del Comune che entro l’estate elaborerà un nuovo bando per la gestione degli impianti.


Foto | Daniela Pasquetti