Terzigno: omicidio al ristorante cinese, tre fermi. Irreperibile Yang Yikao

Tre persone sono state fermate con l’accusa di omicidio volontario in concorso in relazione all’uccisione di Tu Jinguang, 33 anni, accoltellato 2 sere fa a seguito di una rissa scoppiata in un ristorante cinese di Terzigno (Napoli). Secondo quanto riferito dai carabinieri all’origine della lite, in cui è rimasto ferito un altro cinese di 35

di remar


Tre persone sono state fermate con l’accusa di omicidio volontario in concorso in relazione all’uccisione di Tu Jinguang, 33 anni, accoltellato 2 sere fa a seguito di una rissa scoppiata in un ristorante cinese di Terzigno (Napoli). Secondo quanto riferito dai carabinieri all’origine della lite, in cui è rimasto ferito un altro cinese di 35 anni, vi sarebbero contrasti legati al gioco d’azzardo. Da Il Mattino:

Prima c’è stato un litigio all’interno del locale. Poi, quando sembrava che la situazione si fosse calmata, Yang Yikao, 42 anni, senza fissa dimora e denunciato in quanto in stato di irreperibilità, ha prelevato un grosso coltello dalla cucina del ristorante e ha aggredito alle spalle Tu Jinguang, 33 anni, morto sul colpo, e Yunmeng Yang, 35 anni, in ospedale con prognosi riservata. Ad essere sottoposti al provvedimento di fermo anche Chen Guoquing, residente a Striano e avventore del locale, e Cheng Chunjie, residente a Boscoreale e gestore del ristorante.

Foto | Il Mattino