Angelini o Angelucci – Chi vuol comprare davvero l’as Roma?

Chi vuol comprare davvero l’As Roma? Dell’acquisizione della società giallorossa se ne parla davvero tanto da qualche settimana a questa parte. Lo spiraglio rappresentato dall’interesse, poi smentito, dell’imprenditore tedesco Flick ha aperto una voragine di voci sui possibili compratori del pacchetto di maggioranza dell’As Roma. E ultimi della lista ad essere (o essersi) tirati dentro

Chi vuol comprare davvero l’As Roma? Dell’acquisizione della società giallorossa se ne parla davvero tanto da qualche settimana a questa parte. Lo spiraglio rappresentato dall’interesse, poi smentito, dell’imprenditore tedesco Flick ha aperto una voragine di voci sui possibili compratori del pacchetto di maggioranza dell’As Roma. E ultimi della lista ad essere (o essersi) tirati dentro la vicenda sono stati due imprenditori dal nome simile: Francesco Angelini, magnate farmaceutico e Giampaolo Angelucci, imprenditore più che noto nel ramo della sanità e dell’editoria.

Giusto per fotografare il quadro esistente ed evitare confusione ecco cosa i due imprenditori hanno fatto sapere sull’acquisto della Roma. Angelucci, ultimo ad essere stato tirato in ballo, e per la precisione dal Corriere dello Sport, sarebbe stato indicato come l’uomo giusto, soprattutto alla luce della sua partecipazione del 3% in Unicredit, la banca che vanta circa 360 milioni di crediti con la famiglia Sensi. E’ di poco fa, però, un comunicato con il quale la sua società, la Tosinvest, smentisce qualsiasi operazione. “Con riferimento a quanto riportato da alcuni organi di stampa – vi si legge- il Gruppo Tosinvest comunica che nè da parte della Società nè da parte della famiglia Angelucci è stato manifestato interesse per l’acquisto di quote della AS Roma. Non sono state, inoltre, richieste informazioni ad Unicredit relativamente a tale operazione”.

Più concreta la pista che porta ad Angelini, visto che lui stesso ha confermato due volte l’intenzione di compiere un’operazione diretta ad acquisire la maggioranza della Roma. Angelini ne ha parlato in Tv, alla Signora in giallorosso, e dalle pagine dei quotidiani. “Entro giugno potrei formalizzare un’offerta” sono state le sue parole. Non c’è altro per ora e personalmente, visto quanto successo con Soros e Flick, sconsiglio di fidarsi troppo delle indiscrezioni di coloro che affermano di saperla lunga, più noti a Roma come “cazzari”. Aspettiamo fine giugno dunque: perchè tra l’intenzione di acquisire e comprare realmente c’è di mezzo un oceano di dubbi, di debiti e forse anche uno stadio…