Eccellenza: Rovigo e Calvisano volano, Fiamme in festa

Si è conclusa la quattordicesima giornata del massimo campionato italiano di rugby.

Vincono e tengono la vetta Rovigo e Calvisano, che approfittano del mezzo passo falso del Mogliano – obbligato al pari a Viadana – per allungare in classifica. Alle spalle delle prime tre guadagnano di più le Fiamme Oro, che espugnano l’Aquila e agganciano il Viadana a due punti dal San Donà e dalla zona playoff.

Cammi Rugby Calvisano e Femi-Cz Rovigo fanno il bonus. Marchiol Mogliano pareggia a Viadana 13-13. Vittoria interna, invece, per il Padova (24-0) su Prato e successo esterno delle Fiamme Oro Roma (31-18) contro L’aquila Rugby Club.

La quattordicesima giornata dell’Eccellenza poneva più insidie ai campioni d’Itala del Cammi Calvisano che facevano visita al Lafert San Donà.

La partita è stata molto divertente con il Cammi che è andato subito in fuga con le mete di Di Giulio e Costanza (3-20) al 21’. Poi sul finale di primo tempo il San Donà sfruttava un azione personale di Dotta e chiudeva sul 10-20. Nella ripresa tra il 54’ e 60’ il Cammi Calvisano metteva al sicuro la partita con una meta di punizione ed una di Marcello Violi. Sul 10-32 veniva fuori ancora il Lafert, mai domo che segnava in tre minuti due mete con Bernini e Iovu. Seymour al 70 portava i suoi sul definitivo 24-35 con un piazzato dai 35 metri.

A Roma non c’ stata partita. Pronti e via e il Femi cz Rovigo andava in meta al 2’ con Van Niekerk. Balboni forzava la difesa della Ima Lazio e al 8’ e 12’ segnava le sue due mete personali. C’era ancora gloria per Majstorovich, Bronzini e Van Niekerk per portare il Rovigo sul 38-7. La Ima Lazio, infatti vedeva premiati i suoi sforzi con una bella meta di Padrò trasformata da Gerber. Il secondo tempo si apriva con un monologo della Lazio che nei primi 10 minuti andava due volte in meta con Daniele e Damiani. 21-38. Il Femi-Cz reagiva e nel finale andava in meta con Van Niekerk (tre mete per lui), mentre al 77’ l’arbitro Carlo Damasco assegnava una meta di punizione ai rosso-blu per falli in mischia dei bianco celesti. Finiva 21-52 per i veneti.

Rugby Viadana – Marchiol Mogliano finisce in pareggio, 13-13. Gara bella ed intensa, dove hanno prevalso le difese attente a non concedere errori da trasformare in punti. Le uniche mete sono venute da Guarducci (Mogliano) che sfruttava al largo una azione penetrante della mischia del Mogliano e Ruzza (Viadana) che rompeva un placcaggio e si allungava fino a toccare oltre la linea di meta.

Il Petrarca Padova fa il suo e segna 4 mete che valgono la vittoria ed il bonus. Due le mete per tempo. Al 10 era Rocchia a muovere lo score cui replicava Rossi al 22’. Nel secondo tempo prima Bettin al 53’ e successivamente Zago al 60’ davano il bonus prezioso per il proseguo della corsa al quarto posto.

L’Aquila Rugby Club ci ha creduto fino alla fine per cercare di vincere la partita. Le Fiamme Oro hanno gestito il match e trovato in Canna un calciatore quasi infallibile. Al 4’ delle ripresa, infatti, l’Aquia Rugby Club si riportava sotto fino al 13-16, quando Canna due minuti dopo riportava le Fiamme sul 13-19. La meta di Sutto e la successiva trasformazione di Canna, rompevano gli equilibri. Sul 13-26 Erbolini (L’Aquila) faceva credere nella rimonta segnando la meta del 18-26. Sul finire, invece, Thomsen (Fiamme Oro) dava ai poliziotti romani la vittoria senza bonus per 18-31.

Eccellenza – Quattrodicesima giornata

IMA Lazio v Femi-CZ Rovigo 21-52
Lafert San Donà v Cammi Calvisano 24-35
Viadana v Marchiol Mogliano 13-13
Petrarca Padova v I Cavalieri Prato 24-0
L’Aquila v Fiamme Oro Roma 18-31

Eccellenza – Classifica

Rovigo, Calvisano 56; Mogliano 53; San Donà 39; Fiamme Oro, Viadana 37; Petrarca 32; Lazio 22; L’Aquila 5; Prato 0


Foto | Elena Barbini