Sicurezza stradale, nel 2014 più controlli e meno incidenti: i numeri della Polizia di Stato

Diffusi i numeri dell’attività di controllo delle strade italiane da parte di Polizia e Carabinieri nel 2014: diminuiscono gli incidenti e le vittime, aumentano le infrazioni.

La Polizia di Stato ha diffuso i dati relativi all’attività della Stradale nel corso del 2014. Sono numeri incoraggianti soprattutto per quello che riguarda il numero degli incidenti e delle vittime, sono aumentate invece le sanzioni a carico degli automobilisti anche per un numero sempre maggiore di controlli. Nei dodici mesi appena trascorsi oltre 4 milioni di pattuglie, tra Polizia e Carabinieri, sono state impegnate in attività di vigilanza stradale. Sono state accertate 1.849.219 infrazioni che hanno portato al ritiro di oltre 60 mila patenti di guida e altrettante carte di circolazioni, più di 2 milioni i punti decurtati agli italiani.

Nel 2014 gli incidenti stradali sono stati 73.688, 4.671 in meno rispetto al 2013 con una diminuzione di 6 punti percentuali, cifre in calo. Decisivo anche il supporto della tecnologia sempre più presente sulle strade e autostrade della penisole. Il sistema Tutor che copre 3 mila chilometri di autostrade ha accertato quasi mezzo milione di violazioni dei limiti di velocità, 1% in più rispetto a un anno fa. Risultati simili anche per quanto riguarda il sistema Vergilius, attivo su strade statati e sui primi 50 chilometri della Salerno-Reggio Calabria. È aumentato del 77% il numero di ore di funzionamento e sono, di conseguenza aumentate anche le infrazioni, più 29,4% nei primi undici mesi.

Sono sempre alti i numeri che riguardano gli automobilisti alla guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti. Un milione e mezzo le persone sottoposte a alcool test e drug test, 26.471 quelle sanzionate per guida in stato di ebbrezza e 1.890 quelle denunciate per guida sotto l’effetto di sostanza stupefacenti. Sono invece 892 gli accertamenti di guida con tasso alcolemico superiore a 0, il divieto assoluto di bere riguarda alcune categorie di patentati speciali come i minori di 21 anni e i trasportatori professionali di merci e persone. Incoraggianti anche i risultati delle varie campagne di sicurezza ed educazione stradali organizzati nel corso dell’anno.

Picture in Milan on A1 highway entrance