Sei Nazioni 2015: infermeria piena, è emergenza col Galles

Sei Nazioni 2015 – Dopo il pesante ko con la Francia Jacques Brunel rischia di ritrovarsi una coperta ancora più corta.

Piove sul bagnato a Roma, dove il clima esprime perfettamente l’umore dell’Italia dopo il bruttissimo ko di ieri sulla Francia. Al pesante 29-0 subito contro la più brutta Francia di sempre, infatti, si unisce un’infermeria piena e che rischia di rendere le scelte di Brunel per il Galles obbligate.

Iniziamo dalle certezza (per lo staff medico): Matias Aguero e Tommaso Allan non ci saranno. Il pilone ha subito una contusione alla cartilagine del costato che lo ha obbligato a uscire verso la fine del primo tempo, mentre l’apertura si è infortunata nel riscaldamento e ha dato forfait dopo pochi minuti in campo per uno stiramento di primo e secondo grado all’adduttore destro.

Chi dovrebbe recuperare, invece, è Luca Morisi. Il centro azzurro ha subito una commozione cerebrale, ha avuto un mancamento in campo, ma già nell’immediato postpartita stava bene e verrà valutato, ma dovrebbe farcela. Si scoprirà, invece, oggi il reale stato di capitan Sergio Parisse. Uscito a una manciata di minuti dalla fine e assente in conferenza stampa, Parisse ha subito una distorsione al metatarso con interessamento a falange e legamenti. Oggi verrà sottoposto a ulteriori esami che faranno capire i tempi di recupero e, dunque, se ci sarà con il Galles.

Facile, dunque, immaginare che a questo punto per il Galles venga richiamato Martin Castrogiovanni, mentre sarà da valutare la condizione di Kelly Haimona altrimenti la coperta, già cortissima, sparirebbe in mediana. Già annunciato l’arrivo di Robert Barbieri.


Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →