Agguato a Barcellona Pozzo di Gotto: ferito Carmelo Giambò

Un pregiudicato è rimasto gravemente ferito ieri sera in un agguato a Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese. All’indirizzo di Carmelo Giambò, 39 anni, sono stati esplosi 7 colpi di fucile e pistola calibro 7,65. Solo un proiettile avrebbe raggiunto l’uomo che è riuscito a entrare in casa trovando in parte riparo dalla pioggia di


Un pregiudicato è rimasto gravemente ferito ieri sera in un agguato a Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese. All’indirizzo di Carmelo Giambò, 39 anni, sono stati esplosi 7 colpi di fucile e pistola calibro 7,65. Solo un proiettile avrebbe raggiunto l’uomo che è riuscito a entrare in casa trovando in parte riparo dalla pioggia di piombo.

Le sue condizioni sarebbero comunque disperate. La pallottola che l’ha centrato sotto l’ascella avrebbe leso organi vitali. Gli investigatori della Mobile di Messina parlano di un “omicidio mancato” che si inquadrerebbe nella ripresa della “guerra di posizione” all’interno dei clan.

Ad agire sarebbero stati due killer che appostatisi sotto casa di Giambò hanno atteso che rientrasse. Appena l’uomo è sceso dall’auto per chiudere il cancello dell’abitazione i sicari hanno aperto un fuoco incrociato.

Giambò era finito sotto indagine nell’operazione antimafia “Pozzo”. Era accusato di usura e di “recupero crediti” con uso di violenze e minacce. La Dda, come si legge su Strilli, ne aveva chiesto l’arresto nel 2009 ma sia il gip che il Tribunale del riesame lo avevano rigettato. Tre anni prima, a novembre 2006, all’uomo era stato bruciato un furgone nell’ambito della “guerra del mercato dell’ortofrutta”.

Via | GdS

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Mafia

Tutto su Mafia →