Rota Imagna, Bergamo: lite per l’affitto, inquilino uccide proprietario di casa

Ci sarebbe una lite per gli arretrati non corrisposti dell’affitto di casa all’origine dell’omicidio avvenuto questa mattina a Rota Imagna, nel Bergamasco. L’inquilino, un villeggiante di 37 anni, ha freddato il proprietario di casa, 71enne, con un colpo di pistola, una magnum 357 regolarmente detenuta. Alla scena ha assistito la moglie della vittima che subito

di remar


Ci sarebbe una lite per gli arretrati non corrisposti dell’affitto di casa all’origine dell’omicidio avvenuto questa mattina a Rota Imagna, nel Bergamasco.

L’inquilino, un villeggiante di 37 anni, ha freddato il proprietario di casa, 71enne, con un colpo di pistola, una magnum 357 regolarmente detenuta.

Alla scena ha assistito la moglie della vittima che subito dopo è fuggita, rincorsa dall’assassino.

La donna è poi riuscita a trovare rifugio da un vicino di casa ed ha avvisato i carabinieri che arrivati sul posto, in via Sesto San Giovanni, nella frazione di Rota Dentro, hanno trovato l’omicida barricato in casa.

L’uomo, come riporta Bergamo News, ha raccontato ai militari dell’Arma di Zogno di essere stato minacciato con un coltello prima di impugnare la pistola e fare fuoco. Ora si trova nella caserma di S. Omobono a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Foto | Bergamo News