Colombia: il pedofilo udinese Paolo Pravisani dovrà scontare 15 anni di carcere

Dopo 18 mesi di processo è stata emessa due giorni fa la sentenza per Paolo Pravisani, il 73enne originario di Udine condannato da un tribunale colombiano per pedofilia, detenzione di materiale pedopornografico e induzione alla prostituzione.Del suo caso ci siamo occupati più volte nel corso del processo: l’uomo, da anni residente in Colombia, nel febbraio


Dopo 18 mesi di processo è stata emessa due giorni fa la sentenza per Paolo Pravisani, il 73enne originario di Udine condannato da un tribunale colombiano per pedofilia, detenzione di materiale pedopornografico e induzione alla prostituzione.

Del suo caso ci siamo occupati più volte nel corso del processo: l’uomo, da anni residente in Colombia, nel febbraio del 2009 fu trovato nel suo appartamento di Cartagena insieme al 15enne Yesid Torres nudo e agonizzante, con segni di violenza sul corpo.

Il giovane morì poco dopo il suo arrivo in ospedale e Pravisani venne arrestato e rinchiuso in una clinica psichiatrica in attesa del processo.

Nel luglio scorso, dopo 18 mesi, si è concluso il processo che ha visto imputate anche due donne, Hilda Martínez e Angélica Tovar, le due donne che avrebbero fornito minorenni all’udinese.

Ora la sentenza: Paolo Pravisani dovrà scontare 15 anni di carcere in Colombia e dovrà pagare un risarcimento pari a 60 mila dollari.

Una volta scontata la condanna, se sarà ancora vivo, verrà espulso dallo Stato.

Via | El Heraldo

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →