Sei Nazioni 2015: Francia e Galles, chi resta in corsa?

Sei Nazioni 2015 – Si disputa questo pomeriggio a Parigi un vero e proprio spareggio. Chi vince spera, chi perde è fuori.

Leigh Halfpenny si è dovuto adattare a una nuova cucina, una nuova cultura e una nuova lingua da quando ha lasciato Cardiff, ma per quel che riguarda il rugby è convinto che Galles e Francia parlino la stessa lingua. Halfpenny ama la sua vita a Tolone da quando ha esordito nel Top 14 a ottobre, con il suo radar al piede che appare essersi adattato al sud della Francia allo stesso modo di quando era ai Cardiff Blues.

Ma se l’estremo farà il suo lavoro sabato, allora difficilmente stenderanno per lui il tappeto rosso al suo ritorno allo Stade Mayol. Le attese sono altissime sia per Galles sia per Francia, con una seconda sconfitta che spegnerebbe le speranze di vincere l’RBS 6 Nazioni quest’anno. Warren Gatland ha rimescolato un po’ le carte, con Alex Cuthbert tagliato per il ritorno di George North che all’ala farà coppia con Liam Williams. Il giovane Scott Baldwin ha superato Richard Hibbard nello spareggio a tallonatore, mentre nel Galles ci saranno molti “francesi” come Jamie Roberts, Jonathan Davies e Luke Charteris.

Ma non ci sarà un benvenuto a Parigi, anche se Halfpenny è convinto che i suoi non soffriranno la bolgia dello Stade de France. “Tolone mi ricorda il Galles per la passione per il rugby, i tifosi di entrambi sono appassionati. Prima delle partite a Tolone è una vera bolgia di passione, qualcosa di incredibile che non ho mai visto a livello di club. Sappiamo che a Parigi ci sarà un’atmosfera simile e molto rumorosa. E’ stupendo affrontare una simile sfida e dovremo dare il meglio per disputare un match di livello e vincere. Sappiamo che non sarà facile, abbiamo vinto bene in trasferta in Scozia e dobbiamo partire da lì per la partita di Parigi”.

Vincesse il Galles sarebbe la quarta vittoria consecutiva contro la Francia ed è qualcosa di cui Philippe Saint-André è ben cosciente ed ecco, dunque, la scelta di puntare dall’inizio su Remi Lamerat in centro al campo, con Mathieu Bastareaud a essere uomo d’impatto dalla panchina. Le speranze sono rivolte a Morgan Parra, fondamentale nell’anno del Grande Slam nel 2010, che in mediana guiderà una linea dei trequarti con i nuovi innesti Sofiane Guitoune e Brice Dulin.

“Sabato pensiamo che la potenza di Bastareaud ci aiuterà di più sul finale del match – ha detto Saint-André –. Sofiane era con noi a novembre 2013, è versatile e ama giocare palla in mano. Si fa coinvolgere molto nella partita e sta giocando bene nel club. Porterà freschezza al gruppo. E’ un finalizzatore, ma uno che sa anche creare spazio per gli altri. Brice è in grande forma, conosciamo tutti le sue qualità sulle palle alte e sui contrattacchi. Scott Spedding non ha fatto nulla di sbagliato, la realtà è che abbiamo due estremi di qualità tra cui scegliere”.

Le formazioni

FRANCIA – GALLES
Sabato 28 febbraio, ore 18.00 – Stade de France, Parigi
Francia: 15 Brice Dulin, 14 Yoann Huget, 13 Rémi Lamerat, 12 Wesley Fofana, 11 Sofiane Guitoune, 10 Camille Lopez, 9 Morgan Parra, 8 Damien Chouly, 7 Bernard Le Roux, 6 Thierry Dusautoir, 5 Yoann Maestri, 4 Romain Taofifenua, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado, 1 Eddy Ben Arous
In panchina: 16 Benjamin Kayser, 17 Uini Atonio, 18 Vincent Debaty, 19 Jocelino Suta, 20 Loann Goujon, 21 Sebastien Tillous-Borde, 22 Rémi Talès, 23 Mathieu Bastareaud
Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 George North, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Liam Williams, 10 Dan Biggar, 9 Rhys Webb, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton, 6 Dan Lydiate, 5 Alun Wyn Jones, 4 Luke Charteris, 3 Samson Lee, 2 Scott Baldwin, 1 Gethin Jenkins
In panchina: 16 Richard Hibbard, 17 Paul James, 18 Aaron Jarvis, 19 Bradley Davies, 20 Justin Tipuric, 21 Mike Phillips, 22 Rhys Priestland, 23 Scott Williams


I Video di Blogo

Il video degli sciatori ammassati nella funivia a Cervinia

Ultime notizie su Sei Nazioni

Tutto su Sei Nazioni →