Roma, Casa Pound blocca i rom all’ingresso di una scuola

Cinquecento esponenti del Blocco Studentesco appartenente alla galassia di Casa Pound hanno bloccato i residenti di un campo rom impedendo ad alòcuni scolari di raggiungere la vicina scuola per seguire le lezioni

Cinquecento esponenti del Blocco Studentesco e alcuni studenti degli istituti Tacito e Domizia Lucilla hanno manifestato questa mattina in via Lombroso a Roma, nei pressi di un campo nomadi, impedendo ad alcuni rom di recarsi a scuola per seguire le lezioni.

A denunciare il fatto è stata la cooperativa Eureka che lavora sul territorio con progetti di scolarizzazione dei bambini nomadi. II cinquecento studenti hanno impedito a tutte le persone di uscire creando una situazione di tensione in un campo nel quale risiedono duecento persone. Secondo i responsabili di Eureka – che sottolineano le attività inclusive che vengono svolte nel campo – i fatti di questa mattina sono di una “gravità inaudita”.

Il Blocco Studentesco, costola di Casa Pound ha fatto sapere in una nota di avere organizzato la manifestazione in risposta a presunte “provocazioni di alcuni esponenti di etnia rom, che nei giorni scorsi avevano lanciato dei sassi all’indirizzo di alcuni studenti italiani che frequentano gli istituti del quartiere”. Pur rivendicando il sit in, il Blocco Studentesco nega di avere “impedito a qualcuno di uscire dal campo nomadi di via Cesare Lombroso”.

Sugli eventi di questa mattina è giunto in giornata un commento del Campidoglio:

Si tratta di una violazione grave di un diritto sancito dalla Costituzione che, come tale, va rispettato e garantito. Ma anche di un gesto vile nei confronti di minori fragili che dovrebbero essere protetti e tutelati e non trattati con violenza e aggressività. Il lavoro quotidiano sul territorio di molte associazioni per la scolarizzazione dei rom e per l’inclusione scolastica non può essere messo a repentaglio da chi mette in atto comportamenti di matrice razzista e xenofoba. Roma non tollera episodi di tale gravità,

ha dichiarato l’assessore capitolino alla Scuola, Alessandra Cattoi. Maria Coscia, deputata Pd ha presentato un’interrogazione al ministro Angelino Alfano, mentre il gruppo Pd del Campidoglio ha definito “vergognoso e inaccettabile, se non anche meschino e vile”.

rom roma casa pound

Via | Repubblica