Venezia: maxi evasione fiscale con televendite d’arte

Ancora televendite ed evasione fiscale. Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Venezia, ha scoperto un sistema di frode fiscale messo in atto da alcuni dei principali operatori del settore delle televendite di arte attraverso omesse fatturazioni e dichiarazioni di redditi e Iva per 91 milioni di euro. Le indagini hanno consentito

di remar


Ancora televendite ed evasione fiscale. Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Venezia, ha scoperto un sistema di frode fiscale messo in atto da alcuni dei principali operatori del settore delle televendite di arte attraverso omesse fatturazioni e dichiarazioni di redditi e Iva per 91 milioni di euro.

Le indagini hanno consentito di accertare anche l’omesso versamento alla Siae per oltre 2 milioni di euro. Durante le verifiche è stato scoperto un pensionato evasore totale sprovvisto di partita Iva e della documentazione contabile e fiscale dell’attività che tra il 2004 e il 2009 gli ha fruttato 9 milioni di euro non dichiarati al fisco.

L’attività dei militari delle fiamme gialle ha portato a individuare nove evasori paratotali mentre proseguono gli accertamenti sulle varie operazioni commerciali nei confronti di clienti e fornitori sparsi in tutta l’Italia.

E solo ieri le Fiamme Gialle di Pescara hanno perquisito quarantasette società nell’ambito di un blitz per un’evasione fiscale da 10 milioni di euro attuata attraverso false fatture e società fittizie. Ventinove gli imprenditori italiani indagati, titolari di aziende con sede in Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Lazio, Piemonte, Molise e Veneto.

Foto | Interno18